Archivi tag: truffa

Il Biografilm è gratis: non comunicate la carta di credito, è una truffa

Il Biografilm è gratis: non comunicate la carta di credito, è una truffa

È capitato a diverse persone, negli ultimi giorni, di dare i dati della loro carta di credito per accedere alla visione di qualche pellicola del Biografilm Festival di Bologna e in particolare del film documentario “Gli anni che cantano” di Filippo Vendemmiati. Ma state attenti. L’accesso alla visione del film è GRATUITO e nessuna carta

Truffa da 15 milioni, arrestato il manager Torzi, a rishcio le finanze vaticane

Stangata in Vaticano: truffe, veleni, raggiri, estorsioni, lotte di potere, loschi affari e faccendieri spregiudicati, tradimenti consumati nei sacri palazzi, funzionari infedeli, rogatorie in Svizzera, indagini a Londra, il progetto di un bond da 30 milioni di euro con la Banca Popolare di Bari, infiniti rivoli di denaro che portano lontano, lontanissimo, dall’obolo di carità

Telefonate truffa: chiedono il codice di conferma e svuotano le carte di credito

Nell’ultimo periodo sono in aumento le denunce per addebiti non autorizzati sulle carte di credito: è la conseguenza di raggiri via telefono noti con il termine di “vishing”. A darne notizia è la polizia postale e delle comunicazioni. La vittima di tali frodi viene contattata telefonicamente da finti operatori bancari o di società emittenti carte

Torino, fase 2 anche per le truffe: sequestrati test sierologici illegali (video)

MascherineTorino.it: è questo il sit dove venivano pubblicizzati e venduti “kit test anticorpi” per scoprire se si fosse contratto il Covid-19. Peccato però che i tutti i dispositivi in vendita fossero privi di ogni sorta di autorizzazione medica da parte delle autorità sanitarie. La guardia di finanza di Torino, dopo una breve indagine, ha scoperto

L’allerta dell’Agenzia delle Entrate: “Attenti alle false mail su rimborsi fiscali”

In questi giorni l’Agenzia delle Entrate ha ricevuto diverse segnalazioni relative a nuove email di phishing che notificano ai destinatari rimborsi fiscali inesistenti con l’obiettivo di raccogliere informazioni riservate. Le email in questione presentano come oggetto la dicitura “Notifica per il rimborso fiscale del 2019” e provengono da indirizzi email non riconducibili all’Agenzia delle Entrate.

Alto