Archivi tag: san camillo

Napolitano operato: i medici “soddisfatti per il decorso”

Napolitano operato: i medici “soddisfatti per il decorso”

“L’intervento è andato molto bene, il cuore ha ripreso e il paziente è in condizioni stabili. Siamo molto soddisfatti e ottimisti”: così in conferenza stampa il cardiochirurgo del San Camillo di Roma, Francesco Musumeci, che ha operato ieri sera l’ex presidente Giorgio Napolitano all’aorta. “Ora dorme e verrà trasferito in terapia intensiva – ha continuato

“Il cuore trapiantato era idoneo”, aperta un’inchiesta a Roma

Non è vero che il cuore trapiantato al San Camillo di Roma che ha subito smesso di funzionare fosse “avariato”. “Dalla coronarografia era risultato normale, cioè nelle condizioni di essere trapiantato”, ha spiegato ieri il direttore del Centro Nazionale trapianti (Cnt) Alessandro Nanni Costa. E si è portati a credergli, visto il rigore con cui

“Magari riprenderò a correre, magari no”: Max Biaggi ha lasciato il San Camillo

“Sono felice, felice. Vado a casa. Non credo che andrò a Montecarlo. Per ora penso di rimanere a Roma”: la notizia era nell’aria già da ieri, anche se non si sapeva quando Max Biaggi avrebbe davvero lasciato il San Camillo, dove ha passato 17 dolorosissimi giorni. Max Biaggi, 46 anni, nel pomeriggio, è stato dimesso

Padova: “Sono tutti obbiettori”, non riesce a abortire in 23 ospedali

“Mi domando che senso abbia promuovere una legge per dare diritto di scelta e poi non si mette nessuno nelle condizioni di farlo. Lo trovo offensivo, inutilmente doloroso. Una struttura pubblica doveva darmi garanzia dell’applicazione della normativa”. Dopo le polemiche per l’assunzione a Roma di due medici non obiettori, arriva la storia di “Giulia” (nome

Aborto: al San Camillo medici non obiettori, Zingaretti risponde ai vescovi

Ginecologi non obiettori assunti per garantire il rispetto della legge 194 sull’interruzione volontaria di gravidanza. E se non lo faranno perderanno il posto. Prenderanno servizio al San Camillo di Roma a breve i due dirigenti medici vincitori di un concorso bandito la primavera scorsa per volere del presidente del Lazio, Nicola Zingaretti. Numerose le polemiche

Alto