Archivi tag: rischio

Stop ai danni della vita sedentaria: basta muoversi per 90 secondi ogni 30 minuti

Stop ai danni della vita sedentaria: basta muoversi per 90 secondi ogni 30 minuti

Ogni 30 minuti, ci si deve muovere per 3 camminando oppure facendo piccoli esercizi come contrazioni dei glutei, piccoli piegamenti, o camminare sugli avampiedi. Così si migliorano metabolismo e salute combattendo picchi di glicemia e malati di diabete di tipo 2, secondo uno studio australiano pubblicato su Diabetes care. Glicemia giù del 30% A questo

Olio, pesce e legumi: la dieta mediterranea riduce il rischio ictus fino al 20%

Un’alimentazione sana e variata, come quella della dieta mediterranea, può contribuire a ridurre il rischio di ictus fino al 20%. Ricca di vegetali, cereali, frutta, olio di oliva, legumi e pesce, povera di carni grasse, tuberi, grassi animali e insaccati, questo genere di alimentazione è utile non solo per la prevenzione dell’ictus, cerebrale ma anche

Vitamina D: in gravidanza integratori e cibi arancioni riducono i rischi

Lo studio è australiano e olandese, firmato dal Brain Institute dell’University of Queensland e dell’Erasmus Medical Centre in Olanda, e dimostra, dopo aver preso in esame 4.200 donne incinte, che un corretto apporto di vitamina D consente alle gestanti di condurre una gravidanza più equilibrata riducendo i rischi autismo. Una carenza nelle ultime 20 settimane

Alex Zanardi operato per la terza volta, intervento di 5 ore

Alex Zanardi ha subito una terza operazione chirurgica necessaria per una ricostruzione cranio-facciale. L’intervento è durato cinque ore ed è stato effettuato sabato scorso, ma la notizia è emersa solo oggi. I medici hanno emesso un nuovo bollettino in cui ribadiscono che Alex è in condizioni stabili ma gravi dal punto di vista neurologico. Al termine del

La carne di pollo non va lavata prima della cottura: i batteri si diffondono

Il pollo non va lavato prima della cottura per evitare che eventuali batteri presenti si diffondano in cucina. Lo afferma un rapporto realizzato dal Department of Agriculture statunitense e dalla North Carolina State University, da cui sono emersi anche 5 “trucchi” per minimizzare i rischi. Lo studio sul campo La carne di pollo, si ricorda

La vitamina D, la Vitamina C e il glutatione riducono i rischi per gli anziani

La vitamina D, che in realtà è un ormone, può usata non certo come cura, ma come strumento per ridurre i fattori di rischio. L’importanza di richiamare l’attenzione generale, sulla necessità di assicurare a tutti i soggetti anziani normali livelli di questa vitamina, onde evitare che molti di essi soprattutto quelli a rischio, possano ritrovarsi

Infarto: la rabbia spezza il cuore, rischio più che doppio se si perdono le staffe

Rischio infarto più che doppio a causa dell’ira. Lo sostiene uno studio condotto dal Population health research institute della McMaster iniversity di Hamilton, in Ontario, su un campione di 12.000 persone al primo attacco cardiaco. I ricercatori hanno sondato gli eventi delle 24 ore che hanno preceduto l’infarto e i dati parlano del 14,4% dei

Alto