Archivi tag: rai

Super cachet per Sanremo: 700.000 euro per Baglioni (100.000 in più del 2018)

Super cachet per Sanremo: 700.000 euro per Baglioni (100.000 in più del 2018)

“I corridoi della Rai raccontano che per Baglioni sarebbe pronto un compenso da 700.000 euro e che la sua situazione sarebbe ormai definita a differenza di quella di Claudio Bisio e Virginia Raffaele”, per i quali si parla di un precontratto già firmato “per una cifra di 450.000 euro (lui) e 350.000 (lei)”. Lo scrive

Nicoletta Orsomando: i 90 anni per la prima signorina buonasera (video)

La televisione nelle case degli italiani era ancora cosa rara tanto che i genitori per poter vedere il suo primo annuncio andarono in un negozio di elettrodomestici. Era l’ottobre 1953 e la televisione cominciava le sue trasmissioni con lei. Nicoletta Orsomando, la più famosa delle “Signorine Buonasera”, compie 90 anni. È nata a Casapulla (Caserta)

Rai, Mediaset, Sky e Netflix: le fiction del 2019, attesa per “Il nome della rosa” (video)

Un 2019 che si apre nel segno delle serie. Su Rai1 tra le più attese dell’anno (ancora senza data) arriva “Il nome della rosa” di Umberto Eco (il trailer nel primo video sotto). Quattro prime serate con la regia di Giacomo Battiato e un cast internazionale, a partire da John Turturro e Rupert Everett. Martedì

Maurizio Mannoni: “La Rai sfumi Bianca Berlinguer se sfora con i tempi”

Ancora una puntura di spillo (forse anche qualcosa in più) nello scontro fra due conduttori della Rai, Maurizio Mannoni e Bianca Berlinguer. “Bisognerebbe ripristinare ciò che accadeva prima quando i programmi, in caso di sforamento dell’orario, si sfumavano. Ed era il responsabile di palinsesto a dare l’ordine di andare a nero. È accaduto anche a

Una marcia in più per spiegare “Quelli di via Teulada”, la Rai com’era

Esistono diversi libri scritti da sociologi, giornalisti, ricercatori sulla nascita del servizio pubblico televisivo. Si conoscono date, numeri, nomi,  ma “Quelli di via Teulada” scritto da Daniela Attilini (120 pagine, Graphofeel edizioni, 14 euro) ha una marcia in più: la passione. La televisione si è intrecciata così strettamente con la famiglia dell’autrice da diventarne una

Rai: via libera alle nomine nei Tg (un solo voto contro)

Via libera da parte del consiglio di amministrazione della Rai alle nomine per la direzione delle testate giornalistiche, che sono state proposte dall’amministratore delegato Fabrizio Salini, con il solo voto contrario di Rita Borioni (consigliera vicina al Pd). Nel pacchetto la direzione del Tg1 a Giuseppe Carboni, quella del Tg2 a Gennaro Sangiuliano, il Tg3

La Lega Nord contro Cristina Parodi: “Ha offeso Salvini, lasci la Rai”

“Se Cristina Parodi è tanto delusa dalla politica italiana scenda in campo. E, soprattutto, lasci la Rai”: lo vorrebbero i parlamentari della Lega Nord, Paolo Tiramani, Massimiliano Capitanio, Dimitri Coin, Igor Iezzi, Giorgio Bergesio, Simona Pergreffi e Umberto Fusco. “Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo,

Ok del Cda della Rai a Marcello Foa presidente: 4 sì, un no, un astenuto

Il Cda della Rai ha dato l’ok a maggioranza alla nomina di Marcello Foa a presidente della tv pubblica. A quanto si apprende, Foa ha ottenuto quattro voti favorevoli, quelli dell’ad Fabrizio Salini e dei consiglieri Beatrice Coletti (eletta in quota M5S), Igor De Biasio (Lega), Gianpaolo Rossi (Fdi). Rita Borioni (eletta in quota Pd) avrebbe

Alto