Archivi tag: raggiro

Torino: badante raggira un uomo con deficit cognitivo e gli sottrae 500.000 euro

Torino: badante raggira un uomo con deficit cognitivo e gli sottrae 500.000 euro

Una badante di 48 anni è stata fermata a Torino per circonvenzione di incapace continuata e aggravata. È accusata di aver raggirato un uomo di 64 anni con deficit cognitivo, suo datore di lavoro, e avergli sottratto 500.000 euro dal 2017 a oggi. La donna è stata sottoposta a un’ordinanza di custodia cautelare di divieto

“Hai il malocchio, dammi 15.000 euro”: nei guai la “maga” di Ladispoli

Una cartomante fa credere a una badante di essere vittima del malocchio e riesce a spillarle 15.000 euro. Ma dopo un po’ il raggiro è stato scoperto e la “maga di Ladispoli” è finita nei guai. I carabinieri della stazione di Montevarchi (Arezzo) hanno denunciato alla procura di Arezzo una cittadina romena, residente a Ladispoli

Truffe telefoniche: “È la signora…?”, basta un sì per un contratto non voluto

“Un sì è sufficiente per cambiare gestore ed essere truffati sulle proprie bollette di gas ed energia”. A lanciare l’allarme è la polizia di Stato tramite la propria pagina Facebook Una vita da social. “Già da tempo molti consumatori si rivolgono all’Adoc di Frosinone, segnalando ‘strane’ telefonate da parte di società, che nonostante non si

“Nessun raggiro”: assolto il marito catalano di Gina Lollobrigida

Nessun raggiro, il fatto non sussiste. Assolto il catalano Francisco Javier Rigau, 55 anni, finito sotto processo, a Roma, con l’accusa di truffa e falso per “aver con artifici e raggiri” indotto in errore Gina Lollobrigida convincendola a ratificare davanti ad un notaio il loro matrimonio, solo religioso, avvenuto il 29 novembre del 2010 in

Truffe telefoniche: questi i numeri stranieri che svuotano il conto

Attenzione a strani numeri che compaiono sul display dei cellulari: sono truffe telefoniche,in grado di copiare l’elenco dei vostri contatti in pochissimi secondi e carpire dati sensibili come quelli del conto in banca o i dati della carta di credito. A lanciare l’allerta è Giovanni D’Agata (nella foto sotto), presidente dello “Sportello dei Diritti”, che

“La sposa è morta all’improvviso”, ma era un raggiro per non pagare l’abito

Una tentata truffa di certo originale, quella di cui è stata vittima la titolare di un negozio per abiti da sposa di Savona: il vestito ordinato da una cliente – valore commerciale 500 euro – è stato ritirato dalla sedicente madre 3 giorni prima del giorno delle nozze. Ma quell’abito, aveva detto la madre, non

Alto