Archivi tag: profilassi

Meningite: in rianimazione al Cotugno un liceale napoletano di 17 anni

Meningite: in rianimazione al Cotugno un liceale napoletano di 17 anni

È grave il ragazzo napoletano di 17 anni ricoverato al Cotugno per meningite. Il giovane, che vive nel quartiere Posillipo, è in rianimazione. “Le sue condizioni sono stabili e sta rispondendo bene alle terapie con un miglioramento degli indici infiammatori”, hanno fatto sapere le autorità sanitarie. Profilassi per i compagni di scuola Nei giorni scorsi

Meningite: maestra d’asilo ricoverata a Livorno, profilassi per bimbi e colleghi

Nuovo caso di meningite. A essere colpita dal tipo C (infezione da meningococco, la quarta dall’inizio dell’anno in Toscana) è stata una maestra d’asilo che lavora alle materne La Maddalena di Calambrone, in provincia di Pisa. La donna, che non era vaccinata, è ricoverata all’ospedale di Livorno, la città in cui vive, e le autorità

Vaccini contro la meningite: boom di richieste, +130%

Le dosi di vaccono anti-meningite fornite alle Asl sul territorio nazionale sono più che raddoppiate, facendo registrare un +130%, nello scorso mese di dicembre, a seguito del clamore suscitato dai casi registrati in varie regioni italiane. A fornire il dato è Carlo Signorelli (nella foto sotto), past president della Società italiana di igiene e medicina

Meningite a Milano, l’esperto: “La corsa al vaccino è del tutto ingiustificata”

Corsa al vaccino esagerata. Lo sostiene Giorgio Ciconali, responsabile di igiene pubblica dell’Agenzia per la tutela della salute di Milano dopo i casi delle due studentesse della Statale uccise dalla meningite. “La situazione nella sua emergenza è già stata risolta”, aggiunge “e non ci sono pericoli. Le vaccinazioni dei prossimi giorni sono solo una precauzione

Vaccini, l’esperto: “Ecco come e quando farli”

Sequenziamento del genoma dei virus e “immunità di gregge” per “sviluppare vaccini estremamente specifici” nel primo caso e nel secondo, superata una determinata percentuale di cittadini vaccinati, per ottenere una copertura dalla comunità in cui si vive (il “gregge”) “che ci protegge dal ‘lupo’, ovvero dalla malattia”. Come nel caso della meningite. Per Davide Gori,

Alto