Archivi tag: paracetamolo

Sospeso il paracetamolo a rilascio prolungato: “Rischio overdose”

Sospeso il paracetamolo a rilascio prolungato: “Rischio overdose”

Sospendere la vendita in Europa dei farmaci a base di paracetamolo a rilascio modificato o prolungato: è la raccomandazione che arriva dal Comitato di farmacovigilanza dell’Agenzia europea del farmaco, quella approvata anche dal gruppo di Coordinamento (Cmdh) che si occupa delle autorizzazioni alla vendita dei farmaci negli Stati membri. Gli effetti collaterali Secondo gli esperti

Paracetamolo e Metformina: attenzione a questi lotti, sono stati ritirati

Attenti sia quelli che soffrono di diabete o che quanti hanno una semplice influenza perché l’Aifa (Agenzia italiana per il farmaco) ha comunicato di aver avallato il ritiro volontario da parte dell’azienda titolare dell’Aic di Metformina Mykan Generics compresse, nei diversi dosaggi, lotti specificati più sotto. I lotti di paracetamolo A questi si aggiungono i

Paracetamolo, lo studio: uccide i sentimenti

Il paracetamolo? Non ferma solo febbre e dolore, ma anche il piacere. A rivelarlo è un recente studio condotto alla State University dell’Ohio, che mostrerebbe come la comune molecola è in grado di bloccare anche tutto ciò che è emozionale, incluso il senso di piacere. Si tratterebbe di un effetto collaterale nuovo del paracetamolo, contenuto

Paracetamolo e ictus, l’esperto lo scagiona

L’antefatto: una review pubblicata dal Leeds institute for rheumatic and musculoskeletal medicine ha messo in evidenza che nuovi e pericolosi effetti collaterali sono associati all’uso prolungato del paracetamolo. Ictus, infarti, ulcere ed emorragie sarebbero più frequenti in chi assume questa molecola come antidolorifico. Una notizia che mette in allarme migliaia di persone, abituati a considerare

Paracetamolo sotto accusa: più infarti e ictus

Il paracetamolo finisce di nuovo sotto accusa. Il comunissimo antipiretico è stato oggetto di una approfondita review di otto studi che ne evidenzia i rischi nei trattamenti a lungo termine. La revisione, condotta dai ricercatori britannici del Leeds institute for rheumatic and musculoskeletal medicine, ha portato alla conclusione che l’uso di questa molecola provoca un

Alto