Archivi tag: nas

Olio d’oliva: nel 2015 frodi da record, +278% rispetto al 2014

Olio d’oliva: nel 2015 frodi da record, +278% rispetto al 2014

Frodi quadruplicate nel 2015 su olio e grassi con un incremento record del 278% tra adulterazioni, contraffazioni e falsificazioni. Lo attesa un rapporto di Coldiretti elaborato partendo dai dati dei carabinieri del Nas, “Olio extra vergine di oliva italiano e consumatore mondiale”. Il rapporto, realizzato da Unaprol-Ixe, parte dal valore dei sequestri, 29,5 milioni di

Pescara: i Nas sequestrano 70 tonnellate di mangimi e 22 di carne

I carabinieri del Nas di Pescara hanno sequestrato 70 tonnellate di mangimi per animali e 22 tonnellate di carne. Numerose e rilevanti le irregolarità: locali fatiscenti, gravi carenze igienico-sanitarie, ambienti di lavoro infestati da insetti e roditori e dalle loro deiezioni, lacune in tema di rintracciabilità. L’intervento del Servizio veterinario Con l’ausilio tecnico di personale

Extravergine: 7 indagate, ci sono Carapelli, Bertolli e Sasso (spagnole)

Sotto indagine sono finiti i responsabili di 7 aziende che producono olio, Carapelli, Bertolli, Sasso (società che sembrano italiale, ma che ora sono controllate dagli spagnoli della Deoleo), Coricelli, Santa Sabina, Primadonna (Lidl) e Antica Badia (per Eurospin). Per loro l’accusa, mossa dal pubblico ministero di Torino Raffaele Guariniello, è di frode in commercio perché

Pane, ispezioni dei Nas: multe per 400 mila euro

Ispezioni nei panifici e nei laboratori di panificazione alla ricerca di violazioni alle norme igienico-sanitarie per la preparazione, somministrazione e vendita del pane e prodotti affini. Si tratta dell’operazione “Autunno 2015” disposta dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e per la quale i carabinieri dei Nas hanno effettuato 833 ispezioni riscontrando irregolarità nel 44% dei

Salmonella nel pollo, sospetti su Avi Coop (Amadori), 6 veterinari indagati

Sei veterinari della Ausl di Cesena, insieme a due dirigenti di un’industria alimentare che alleva pollame, sono indagati per mancati controlli sulle carni avicole dopo che sono stati riscontrati numerosi casi di campioni di carne positivi al test della salmonella. Agli otto è  stato notificato un avviso di conclusione di indagini, coordinate dalla procura di

Alto