Archivi tag: inps

bonus una tantum

Bonus una tantum di 200 euro, ecco chi lo avrà in busta paga e chi no

Bonus una tantum di 200 euro, ecco chi lo avrà in busta paga e chi no

Arriverà nella busta paga di luglio il bonus una tantum di 200 euro previsto dal decreto Aiuti. La somma sarà erogata dai datori di lavoro in via automatica a tutti coloro che hanno un reddito entro i 35.000 euro. Basterà presentare una dichiarazione in cui lavoratore certifica che non percepirà il bonus da altre fonti.

congedo parentale

Il congedo parentale sarà retribuito fino a 12 anni

Il congedo parentale sarà retribuito fino a 12 anni. E’ una delle novità contenute nei due schemi di decreto legislativo che recepiscono le direttive europee in fatto di genitorialità ed equilibrio tra lavoro e famiglia, approvati dal Consiglio dei ministri il 31 marzo.   Fino a 9 mesi di congedo retribuito Fino a oggi il

congedo parentale obbligatorio

Il congedo parentale obbligatorio per i papà sale a dieci giorni

Sale a dieci giorni il congedo parentale obbligatorio per i neopapà. A stabilirlo è la manovra finanziaria approvata dal Parlamento a fine anno, che prevede alcune misure a favore della famiglia. La misura era stata introdotta già nel 2021, ma adesso la nuova legge di Bilancio la rende strutturale. Retribuito al 100% I lavoratori dipendenti

Inps

Assegno unico, come funziona la domanda per i genitori separati

I genitori separati che hanno scelto l’ affido condiviso hanno diritto a ricevere entrambi l’assegno unico universale per i figli.  Lo chiarisce la legge che ha istituito la nuova misura di sostegno alle famiglie. L’Inps spiega anche come fare domanda in questi casi. In primo luogo, nella richiesta per l’assegno unico va specificato se i

assegno unico

Assegno unico temporaneo, come fare domanda punto per punto

L’assegno unico per i figli minori arriverà a 1,8 milioni di famiglie. Per la prima volta potranno beneficiarne lavoratori autonomi, disoccupati e incapienti, ma dovranno fare domanda all’Inps e ottenere prima ancora un certificato Isee, che attesti la situazione economica familiare.   Chi può fare domanda A partire dal 1° luglio potranno richiedere il beneficio

Inps

Pensioni, l’Inps: “Per i part time conteggiare anche i periodi non lavorati”

Novità per i lavoratori part time: chi lavora con la formula “verticale” si vedrà riconoscere l’anzianità contributiva anche per i periodi non lavorati. Sotto questo aspetto, il tempo parziale sarà quindi considerato come un contratto full time, accorciando l’attesa per la pensione.   La circolare dell’Inps Lo ha chiarito l’Inps con la circolare 74, che

Alto