Archivi tag: Il cuore del problema

Ettore Scola: con Troisi come padre e figlio, la storia della Coppa Volpi

Ettore Scola: con Troisi come padre e figlio, la storia della Coppa Volpi

Ettore Scola aveva nel suo studio, alle spalle della scrivania, una grande fotografia di Massimo Troisi che stringeva tra le mani la coppa Volpi presa per “Che ora è?”. Se ti sedevi in faccia ad Ettore per parlare, non potevi non vedere quella foto, come se lui avesse voluto non tanto averla sott’occhio, ma far

Il 23 e 24 torna Ricomincio da tre, il film che ho scritto con Troisi sul lago di Nemi (trailer)

Il 23 e il 24 novembre esce nuovamente  “Ricomincio da tre”, il film di esordio di Massimo Troisi. Chi l’avrebbe mai detto, quando scrivevamo quel film, che avrebbe avuto una sorte così duratura? Il film uscì nel febbraio del 1981 ed eccolo di nuovo al cinema, ripulito, brillante e spero divertente come un tempo. Voglio

Mio marito si rifiuta di venire con me in un club privè, eppure vorrei trascinarcelo

Cara Anna, mi ha colpito, molti mesi fa, una lettera della tua “Posta del cuore”. Parlava di una moglie trascinata dal marito in un locale per scambi di coppie. Da allora ho cominciato a pensare di voler fare l’esperienza del club privè, ma era impossibile pensare di trascinarci mio marito, perché… pesa novanta chili! Sto

La morte di Pasolini è un’occasione persa per l’evoluzione della specie (video)

Ieri sera ho rivisto il Decameron. Di Pasolini, ovviamente. Confesso, è stata una scoperta. Da lavoratrice della cultura avrei dovuto da tempo dire con convinzione: “Ah, il Decameron! Un capolavoro!”. Invece ne avevo un’idea razionale e non emotiva. Quando uscì al cinema ero troppo giovane per apprezzarlo. Lo rividi poi in qualche programmazione d’essai e

A Roma un sindaco se ne va, un cinema come il Ciak chiude: importa qualcosa?

Roma è una città dove succedono tante cose. Cose belle e brutte, così come vuole la vita. Succede che si dimetta un Sindaco, sicuramente imperfetto, ma se si è dimesso lui chissà quanti altri sindaci in Italia si dovrebbero dimettere per le stesse imperfezioni e quanti, prima di lui, a Roma avrebbero dovuto farlo. Succede

Marcia per i migranti: andiamo da soli scalzi sul bus o al supermercato, è più efficace

Non riesco ad andare alla marcia delle donne e degli uomini scalzi. Sono una delle tante o dei tanti che vorrebbero ma non hanno tempo, non hanno testa, che non ce la fanno ad organizzarsi, che alle manifestazioni si sentono a disagio per quel di più di massificazione che ogni manifestazione comporta. Gli slogan gridati

La fila (lunga e inutile) per Equitalia: non ci resta che piangere?

Roma: un palazzo in centro accanto a mete turistiche di grande attrazione, tipo la Bocca della Verità. Non c’è verità più significativa sul casino della nostra Italia di quella che scaturisce dal viaggio ai confini della realtà negli uffici dove vai a ritirare “le cose di Equitalia”. Ci vai in due, uno che aspetta in

Alto