Archivi tag: conferma

Roberta Ragusa, la Cassazione conferma la condanna di Antonio Logli

Roberta Ragusa, la Cassazione conferma la condanna di Antonio Logli

Antonio Logli dovrà restare in carcere per aver ucciso e distrutto il cadavere di sua moglie Roberta Ragusa. La sentenza definitiva è arrivata dalla Cassazione, che ha confermato la condanna a 20 anni di reclusione per Logli ritenuto colpevole della morte della donna, scomparsa nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012 dalla

Omicidio di Luca Varani, la Cassazione ribadisce la condanna: 30 anni a Foffi

La Cassazione conferma la condanna di Manuel Foffo a 30 anni di reclusione per l’omicidio di Luca Varani. L’imputato, l’unico rimasto dopo il suicidio in cella di Marco Prato, è stato condannato dai giudici della Suprema Corte anche al pagamento delle spese processuali, 7.200 euro per i genitori di Luca Varani e 6.000 per Marta Gaia Sebastiani, allora

Catiuscia Marini conferma con una Pec le dimissioni da presidente dell’Umbria

Catiuscia Marini ha confermato le sue dimissioni da presidente della Regione Umbria. Lo ha fatto con una lettera inviata alla presidente dell’Assemblea legislativa Donatella Porzi. Marini ha confermato con una comunicazione “Pec” a Porzi le dimissioni presentate “ai sensi dell’articolo 64, comma 3 dello Statuto regionale, già comunicate in data 16 aprile 2019 e discusse

Caso Ruby: la Cassazione conferma la condanna a Emilio Fede e Nicole Minetti

Caso Ruby: la Cassazione conferma la condanna a 4 anni e 7 mesi per Emilio Fede e quella a 2 anni e 10 mesi per Nicole Minetti, che chiederà l’affidamento ai servizi sociali. La Corte ha dichiarato inammissibili i ricorsi dei due imputati al processo Ruby bis. L’accusa è di favoreggiamento della prostituzione per le serate nella

Lega: la Cassazione conferma il sequestro dei 49 milioni

Confermato dalla Corte di Cassazione il sequestro dei 49 milioni di euro della Lega, così come deciso lo scorso 5 settembre dal Tribunale del riesame di Genova su indicazione della stessa suprema corte. Gli ermellini hanno respinto, quindi, il ricorso dei legali del Carroccio contro il provvedimento di sequestro preventivo. Può dunque continuare l’accordo sulla

Alto