Archivi tag: chieti

Lanciano: arrestati 3 romeni, il capo è un pugliese ancora in fuga

Lanciano: arrestati 3 romeni, il capo è un pugliese ancora in fuga

Sono scattati i primi tre arresti per la vicenda della rapina stile “Arancia meccanica” ai coniugi Martelli a Lanciano: in manette sono finiti tre romeni, che stavano per partire con l’auto usata per l’assalto alla villa di Carlo Martelli e Niva Bazzan. Avevano addosso circa 3.400 euro. Uno di loro è già dentro il commissariato.

Chieti: picchia la moglie che rifiuta un rapporto a tre, arrestato marito violento

“L’indagato, per propria formazione e per l’abuso di alcol, è soggetto che non è in grado di rispettare le regole della convivenza domestica e tenta continuamente di imporre con violenza le proprie richieste, chiaramente perverse”. Lo si legge nell’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Luca De Ninis, che ha accolto la richiesta del pm

Chieti, stuprata mentre era ricoverata per anoressia: a processo paziente recidivo

Stuprata da un altro paziente mentre era ricoverata in una clinica di Chieti. Inizierà lunedì prossimo, 2 ottobre, il processo a un italo-argentino di 47 anni, A.M., sulla cui fedina penale figurano già numerosi reati, tra cui violenza sessuale, violenza privata, evasione e furto. Lei, invece, di anni ne ha 32 e la vicenda, finora

Ortona, coperto del sangue della moglie gridava: “Ora vado a uccidere quell’altra”

Duplice delitto a Ortona, un importante centro dell’Abruzzo, in provincia di Chieti. Due donne – Letizia Primiterra e Laura Pezzella (nella foto qui sotto) – sono state uccise nel primo pomeriggio dim ieri nella cittadina in via Zara. L’autore del duplice omicidio è un uomo di 50 anni, originario di Lanciano, dipendente di un’azienda che

Scuole a pezzi: crollo a Pescara e esplosione a Chieti

È accaduto in due scuole in due giorni. Oggi è successo a Pescara, all’istituto alberghiero De Cecco, dove si è staccato l’intonaco da una parete cadendo sugli allievi presenti nell’aula. Due quindicenni sono rimasti feriti in modo non grave. Per sicurezza, comunque, i ragazzi sono stati soccorsi da un’ambulanza e trasportati al pronto soccorso per

Alto