Archivi tag: casi

L’influenza all’apice stagionale: a letto 832.000 italiani in una settimana

L’influenza all’apice stagionale: a letto 832.000 italiani in una settimana

Con circa 832.000 casi in una settimana, l’influenza ha raggiunto il picco di contagi stagionale. È quanto emerge dal nuovo bollettino di sorveglianza epidemiologica Influnet, a cura dell’istituto Superiore di Sanità (Iss). Dall’inizio della stagione, sono stati 4.478.000 gli italiani colpiti dal virus e sono, secondo gli ultimi dati disponibili relativi alla scorsa settimana, 39

È arrivata l’influenza: isolati a Parma e in Puglia i primi ceppi del nuovo virus

Identificato dal laboratorio di igiene e sanità pubblica dell’università di Parma il primo virus influenzale della stagione. È di tipo A/H3N2, è stato isolato da un tampone faringeo di una ventisettenne ricoverata senza patologie croniche, che presentava una sintomatologia influenzale acuta con febbre alta, tosse, mal di gola, astenia e dolori muscolari. A identificare il

Polmonite: grave un uomo di 29 anni, dei 148 colpiti è il primo paziente giovane

Un uomo di 29 anni, bresciano, è ricoverato in prognosi riservata nel reparto di terapia intensiva del San Gerardo di Monza, attaccato alla macchina “Ecmo” per la pulizia del sangue, dopo aver contratto il batterio della legionella. Presentatosi con i sintomi classici della patologia al pronto soccorso di Gavardo (Brescia), il giovane è stato trasferito

Influenza: oltre 120.000 casi in 7 giorni, il picco a partire da Capodanno

L’influenza entra nel pieno in Italia. Lo attesa il bollettino della sorveglianza virologica di InfluNet secondo cui il numero di casi stimati nell’ultima settimana disponibile è pari a circa 122.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 467.000 casi. Più colpiti i bambini: nella fascia di età 0-4 anni l’incidenza è pari a 5,15

Morte per parto: in Italia i casi sono 50 all’anno

“Ogni anno si stima che circa 50 donne muoiano di parto in Italia, un dato medio-basso se confrontato con altri Paesi europei, ma che potrebbe essere dimezzato, anche se non azzerato”. A dirlo all’Ansa è Serena Donati, responsabile del sistema sorveglianza mortalità materna dell’Istituto superiore di sanità (Iss), sottolineando che, dopo i recenti decessi in

Alto