Archivi tag: anna

“Mio figlio ha messo incinta la sua ragazza e vogliono abbandonare il bambino”

“Mio figlio ha messo incinta la sua ragazza e vogliono abbandonare il bambino”

Cara Anna, sono veramente in ansia. Mio figlio diciottenne ha messo incinta la sua ragazza. Abbiamo sempre parlato di tutto tra noi, per cui appena è successo me l’ha detto ed è stato molto traumatico per me. Però ho cercato di ascoltarlo con tranquillità e di sapere che cosa ne pensavano lui e la ragazza,

Bigami o non bigami? Questo è il problema: tante lettere alla Posta del cuore

Metto insieme brani di alcuni “Cara Anna” che mi sono arrivati a commento della lettera di Edo, un uomo che vive da quindici anni con due storie, o meglio due vite parallele, non sapendo o non volendo scegliere tra due donne, (pubblicata il 27 luglio su ‘Consumatrici.it’)   Sono rimasta con l’altro, ma ne valeva

“Cara Anna, sono bigamo da 15 anni. Ma quanta sofferenza…”

Cara Anna, a volte le chiacchiere vacanziere riescono a scavare dentro più di tanti discorsi impegnati. Mi è successo ieri in spiaggia. Un’amica sosteneva che era un’assurdità legalizzare il matrimonio fa omosessuali, dicendo: “Non si può legalizzare qualsiasi cosa, solo perché fa parte dei gusti sessuali delle persone. Allora perché non legalizzare la bigamia, per

Ospedali in tilt, treni diversi dagli spot e genitori ossessionati dall’omofobia: che estate!

Volevo andare in vacanza. Volevo lasciar perdere e non raccontare di ciò che mi è capitato di osservare nei percorsi quotidiani in cui mi porta la vita. Per esempio, non volevo dire che negli ospedali, per cause e responsabilità che non è il caso di affrontare con ‘sto caldo, succede che non sanno mai niente.

“Il mio senso di colpa e quel sogno con Troisi”

Cara Anna, Sono timida… mi sento sempre inadeguata, impacciata, non all’altezza delle situazioni, ho difficoltà ad esprimermi ,specialmente in pubblico. Purtroppo non è solo questo il problema di cui vorrei parlarti, ma anche dello stato di frustrazione e angoscia per la morte di mio padre e l’esaurimento di mia sorella che ne è scaturito e

Alto