Archivi tag: amica

Piacenza: “Elisa uccisa 2 volte, perché donna e perché gay”

Piacenza: “Elisa uccisa 2 volte, perché donna e perché gay”

Lei non voleva più vederlo, non sopportava più le sue pressioni e forse, chissà ha chiarito durante quel pranzo domenicale, l’ultimo della sua vita, che voleva solo una amicizia. E per questo è stata uccisa. Solo per essere stata sé stessa, compresa l’omosessualità che non aveva mai nascosto. È questa per gli inquirenti la chiave

Roma: la diciassettenne morta aveva denunciato una violenza sessuale

È morta la ragazza di 17 anni, di origini australiane, precipitata ieri sera dalla finestra di un appartamento al sesto piano di un palazzo in zona piazza Re di Roma. La giovane, che viveva nella capitale, era stata trasportata in ospedale in gravissime condizioni ed è deceduta poco dopo. Sulla vicenda indaga la polizia.  

Cremona: cinese uccide con la mannaia la moglie e il figlio di un’amica di 3 anni

Una donna di 46 anni è stata uccisa dal marito di 51, a colpi di mannaia, stamattina intorno alle 10, nell’abitazione della coppia a Cremona (nelle foto si vedono l’appartamento del delitto e la palazzina dove la coppia viveva). Accanto al corpo della donna – di nazionalità cinese come il consorte – gli agenti hanno

Ortona, coperto del sangue della moglie gridava: “Ora vado a uccidere quell’altra”

Duplice delitto a Ortona, un importante centro dell’Abruzzo, in provincia di Chieti. Due donne – Letizia Primiterra e Laura Pezzella (nella foto qui sotto) – sono state uccise nel primo pomeriggio dim ieri nella cittadina in via Zara. L’autore del duplice omicidio è un uomo di 50 anni, originario di Lanciano, dipendente di un’azienda che

“Cara Anna, ho un fidanzato noioso e un’amica speciale: e se diventassi gay?”

Cara Anna, ogni volta mi sembra di aver trovato quello giusto e invece all’improvviso ecco la delusione. Ma non cerco la luna: cerco un uomo che non mi annoi. Pretendo troppo? Uno che non si metta le ciabatte, che abbia voglia di uscire anche dopo il primo mese di rapporto, invece che ‘stiamocene al calduccio

Alto