La posta del cuore articoli

Cara Anna, mi sono rifatta il seno e il mio uomo non mi tocca da 3 mesi

Cara Anna, mi sono rifatta il seno e il mio uomo non mi tocca da 3 mesi

Cara Anna, qualche anno fa mi sono rifatta il seno. Era un desiderio che avevo da quando, ragazzina, ho capito che mentre a mia sorella il seno cresceva e lei diventava bella e prosperosa, io ero piatta come un asse. I miei due fratelli mi presentavano agli amici chiamandomi “la sorella scarsa” e io volevo

“Ho avuto un figlio da un uomo ricco, ma lui è il marito di un’altra…”

Cara Anna, ho avuto un figlio da un uomo benestante e sposato: la nostra relazione è finita quasi subito, anzi non è mai iniziata davvero, ma io ho voluto tenere il bambino. Lui in un primo tempo se ne è disinteressato, dicendo che era una scelta mia, ma poi improvvisamente ha voluto riconoscere il figlio.

Problemi del cuore: un amore perso a Natale, per una scelta sbagliata

Cara Anna, tutti gli anni in occasione del Natale si rinnova in me il rimpianto per un vecchio amore.  Anzi, non molto vecchio, si parla di quattro anni fa.  Ho avuto mio figlio giovanissima, ho divorziato e non ho avuto storie per vent’anni. Ad un’età in cui ero ancora in tempo per l’amore, ho rincontrato

Cara Anna, mio marito mi ha portato in un club privé e mi sento sconvolta

Cara Anna, dopo numerose  insistenze mio marito è riuscito a convincermi ad andare in un club privè, cioè un locale per scambisti. Siamo sposati da quindici anni e si sa che con il tempo  il sesso diventa un’abitudine, così alla fine ho accettato, con la promessa però che sarebbe stato un episodio isolato. Temevo brutte

“Cara Anna, ho un fidanzato noioso e un’amica speciale: e se diventassi gay?”

Cara Anna, ogni volta mi sembra di aver trovato quello giusto e invece all’improvviso ecco la delusione. Ma non cerco la luna: cerco un uomo che non mi annoi. Pretendo troppo? Uno che non si metta le ciabatte, che abbia voglia di uscire anche dopo il primo mese di rapporto, invece che ‘stiamocene al calduccio

“Cara Anna, trentenne sola, bulimica o anoressica: e non mi va mai bene”

Cara Anna, si parla in questi giorni dell’immagine della donna proposta dalla moda, per la copertina di Marie Claire dove c’è una ragazza magrissima, a cui è seguita una lettera della scrittrice Michela Murgia che sollecita una protesta collettiva per rivendicare un’immagine più reale delle donne. Ti racconto la mia storia, quella di una ragazza

Alto