Attualità articoli

Incendio in una mansarda, muoiono due fidanzati in zona Navigli a Milano

Incendio in una mansarda, muoiono due fidanzati in zona Navigli a Milano

Si sono trovati avvolti dal fumo e dalle fiamme che sbarravano loro l’unica via d’uscita, come in una sorta di trappola, i due fidanzati che sono morti, la scorsa notte, a Milano, nell’incendio del loro appartamento in zona Navigli. Una tragica fatalità, al momento, secondo i primi rilievi dei Vigili del fuoco, che hanno escluso

Esplode deposito di fuochi d’artificio: 5 morti

Tragedia in provincia di Messina. Un’esplosione si è verificata in un deposito di fuochi d’artificio e polveri piriche a Barcellona Pozzo di Gotto. L’incidente è avvenuto in località Cavalieri. Sul posto sono arrivate diverse squadre dei vigili del fuoco. Il tragico bilancio è di cinque morti. Tra le vittime  c’è Venera Mazzeo, 71 anni, la moglie

Reggio Calabria, esplode un negozio: feriti 4 vigili del fuoco e 4 poliziotti

Quattro vigili del fuoco e altrettanti poliziotti sono rimasti feriti a Reggio Calabria nell’esplosione verificatasi in un negozio nel quale era divampato un incendio. I vigili hanno riportato fratture, contusioni e ustioni, ma non sono in pericolo di vita. La squadra è intervenuta per spegnere le fiamme ed erano all’interno del locale quando sono stati

Sardine in arrivo a Reggio Emilia e un pesce palla a Rimini

Dopo Bologna e Modena le ‘sardine’ si mobilitano anche a Reggio Emilia con un flash mob dal titolo ‘Non si Lega’ in programma per sabato nonostante non sia prevista una visita elettorale di Matteo Salvini. Nella città emiliana il leader del Carroccio ha già fatto tappa il 9 novembre scorso. L’appuntamento è per sabato 23 novembre

Abolizione dell’ora legale, l’Italia dice no: “Non produce danni psicofisici”

L’Italia ha detto no all’abolizione dell’ora legale. Come richiesto dall’Unione europea, dal 2021 ogni Paese dovrà decidere se adottare per tutto l’anno l’ora legale o quella solare. Ma il governo italiano ha depositato a giugno a Bruxelles una richiesta formale per mantenere intatta la situazione attuale senza variazioni e l’esecutivo Conte bis non ha presentato

Alto