Archivi dell'autore: Redazione

Calabria, Lombardia e Piemonte arancioni da domani, Liguria e Sicilia gialle

Calabria, Lombardia e Piemonte arancioni da domani, Liguria e Sicilia gialle

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà una nuova ordinanza con cui dispone l’area arancione per le Regioni Calabria, Lombardia e Piemonte e l’area gialla per le Regioni Liguria e Sicilia. L’ordinanza sarà in vigore dal 29 novembre. Dopo l’ordinanza per il passaggio di 3 regioni alla fascia arancione e di 2 in quella gialla, l’Italia

Calabria, nominato il commissario alla Sanità: è il prefetto Guido Longo

“Il nuovo commissario per la sanità calabrese è il prefetto Guido Longo (nella foto). Un uomo delle istituzioni, che ha già operato in Calabria, sempre a difesa della legalità”. Lo scrive su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera alla nomina dell’ex prefetto di Vibo Valentia

Covid: altri 827 morti, 28.352 nuovi contagi, i dati nelle Regioni

Sono 28.352 i nuovi contagi da coronavirus in Italia oggi secondo i dati diffusi nel bollettino del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 827 morti che portano il totale a 53.677 dall’inizio dell’emergenza legata all’epidemia. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 222.803 tamponi. La percentuale tra tamponi e positivi è al

Pordenone: la vittima aveva 2 bambini, la legale rinuncia a difendere l’omicida

È giunto in Questura con le mani ancora sporche di sangue, dopo aver ucciso la compagna con numerose coltellate al collo. È accaduto la notte scorsa a Riveredo in Piano, in provincia di Pordenone, dove è andato poi a costituirsi.La vittima aveva 34 anni, l’omicida uno di meno. È stato arrestato con l’accusa di omicidio

Sepolto Maradona, presenti familiari e amici intimi, riposerà accanto ai genitori

Ultimo saluto a Diego Armando Maradona. Giunto al cimitero, il feretro del campione è stato trasferito sotto una tenda bianca rettangolare all’aperto per una breve cerimonia religiosa, officiata da un sacerdote che ha atteso per tutto il pomeriggio l’arrivo di una quarantina di persone fra famigliari e amici intimi (nella foto le figlie Dalma e Giannina).

Il governo: “Non si scia a Natale e non si va a scuola fino al 7 gennaio”

Il governo ha confermato che di riapertura degli impianti si potrà parlare soltanto dopo le feste di Natale. “Gli impianti da sci e il sistema vacanze invernali che sono fondamentali per la nostra economia riapriranno quando l’epidemia si sarà raffreddata, speriamo nel giro di un mese, un mese e mezzo. I ristori saranno garantiti per tutte

Alto