Archivi dell'autore: Martina Forti

Tex Willer, il ranger solitario a Roma con una grande mostra

Tex Willer, il ranger solitario a Roma con una grande mostra

È ancora bello, atletico e temerario, con il cappello da cowboy ben piantato sulla testa, il foulard nero annodato intorno al collo, gli stivali, il cinturone, e quello sguardo che non si è mai capito se richiamasse Gary Cooper o Charlton Heston. Eppure non è proprio un giovinetto, infatti ha compiuto da poco 70 anni.

Il Campione: parla Leonardo D’Agostini, il regista del film in sala

Chi sono i veri divi di oggi, quelli ai quali perdoniamo tutto, quelli che ci fanno disperare ed esultare, quelli che ai nostri occhi hanno vite meravigliose, sono ricchi, belli e invicibili? Sicuramente i calciatori. Ed è proprio un giovane e talentuoso calciatore della Roma, Christian Ferro, ventenne dal contratto milionario, mega villa, maialino da

Lino Guanciale: l’Allieva2, i progetti futuri, intervista all’attore del momento

A farlo conoscere al grande pubblico, decretandone in pochissimo tempo il notevole successo, e alimentando uno stuolo di fan adoranti, sono stati soprattutto un esigente avvocato, un medico arrogante e fascinoso, e perfino un commissario fantasma. Parliamo dei personaggi interpretati in questi ultimi anni da Lino Guanciale, rispettivamente nelle fiction: “Non dirlo al mio capo”,

Pixar: 30 anni di animazione, da oggi a Roma una mostra che dura fino al 20 gennaio

In principio fu il corto “Luxo Junior”, sulla lampada bambina dalla sconcertante espressività, che anni dopo diventerà il logo della Pixar, la celebre casa di produzione cinematografica californiana. L’animatore John Lasseter, l’aveva creato ispirandosi a un’anonima lampada da ufficio sulla sua scrivania. È il 1986 e quel semplice, ma al tempo stesso rivoluzionario cortometraggio, cambierà

La Profezia dell’Armadillo: nei cinema il film da Zerocalcare, parla Scaringi

A fine Ottocento, Pinocchio, un burattino di legno destinato a compiere un vero e proprio percorso di formazione per diventare un bambino a tutti gli effetti, aveva come voce della coscienza, un grillo parlante un po’ moralista, ma saggio e di buon senso. Oggi, a Tiburtina Valley, nei pressi del quartiere romano di Rebibbia, Zero,

Venezia75: intervista a Gipi sul suo film “Il ragazzo più felice del mondo”

È il 1997, quando Gian Alfonso Pacinotti, meglio conosciuto come Gipi, fumettista, illustratore, autore, il primo ad avere una candidatura al Premio Strega con una Graphic Novel (“Unastoria”- 2014), riceve una lettera piena di lodi per il suo lavoro. L’ha scritta a mano Francesco, 15 anni, che allega anche un cartoncino bianco con un francobollo

Wif a Venezia, per le pari opportunità nel cinema e nell’audiovisivo

Anche se il presidente della giuria del 75° Festival del Cinema di Venezia, il regista Guillermo del Toro, ha sollevato il problema della scarsa presenza di registe donne, dichiarando che “lo scopo è arrivare al 50% in modo da potersela giocare alla pari”, la questione femminile e le donne, sembrano rivestire un’importanza particolare all’interno di

Alto