Lady D: il 31 agosto di 20 anni fa lo schianto fatale

Lo schianto, le polemiche, i sospetti. Venti anni fa si consumava nella notte parigina l’ultimo atto della vita di Lady D. Quel 31 agosto 1997 nel tunnel dell’Alma la principessa Diana moriva insieme a Dodi Al-Fayed, suo controverso e chiacchierato compagno (con lei sotto in un’immagine di quel giorno fatale), e all’autista Henri Paul nell’incidente stradale che sconvolse i sudditi di Sua Maestà e il mondo intero.

Nella foto qui sopra Lady D è accostata alla sua storica rivale (e oggi moglie di Carlo) Camilla Parker Bowles.

La “Principessa del popolo”

Principessa del popolo e icona di stile, Diana è stata simbolo di un decennio che ha segnato l’immaginario collettivo.

Nata Spencer nel Norfolk il 1° luglio 1961, il 29 luglio 1981 davanti a milioni di persone incollate davanti alla tv e migliaia assiepate lungo le vie di Londra e nella cattedrale di San Paolo divenne principessa del Galles, sposando l’erede al trono Carlo (qui sotto una foto del matrimonio, che all’inizio sembrava felice).

Poi i figli, William e Harry, le nubi nere sulla vita in comune con Carlo, la mondanità, il divorzio, l’impegno sociale fino a quel tragico ultimo giorno di agosto. Ancora oggi, a vent’anni di distanza, l’incidente continua ad essere al centro di ipotesi e congetture.

E la gente scattava fotografie…

In una recente intervista alla Bbc il principe Harry, secondogenito di Diana, ha rivelato che nei momenti immediatamente successivi l’impatto la gente invece di aiutare sua madre, ancora viva, scattava fotografie.

Come spesso, però, accade a ridosso degli anniversari, si dà spazio a rivelazioni che gettano nuove presunte luci (o ombre, dipende dai punti di vista) sui protagonisti. Così in questi ultimi giorni il segretario personale di Lady D ha rivelato che la principessa stava per lasciare Dodi Al-Fayed.

Venerdì 25 agosto un primo speciale in tv, poi…

Per una donna come Lady D acclamata dai media (quegli stessi che per certi versi saranno causa della sua morte) il ricordo in occasione del ventennale della sua scomparsa sarà celebrato sul piccolo schermo. Ѐ accaduto qualche settimana fa già in Inghilterra, ma anche la tv italiana sta scaldano i motori in vista dell’anniversario.

 

Diana, tutta la verità: l’intera programmazione della televisione

Il ricordo televisivo è iniziato Venerdì 25 agosto, in prima tv sul canale Nove va in onda uno speciale di tre ore dal titolo “Diana tutta la verità”, che ha ripercorso la storia di Diana attraverso filmati esclusivi ed estratti di interviste raccolte dal suo biografo, Andrew Morton.

Inoltre, Sky Uno dedica una programmazione speciale alla famiglia reale inglese con il ciclo Royal Family. Tra i programmi in onda anche due documentari dedicati a Diana, Lady Diana la biografia (30 agosto alle ore 21.15 e in replica il 31 alle 23.10) e Lady Diana la verità (sempre il 30 agosto, alle ore 23 e in replica il 31 alle 22.10).

 

Mercoledì 30 agosto, alle 20.30, il Tg5 trasmetterà lo speciale Venti anni senza Lady Diana (qui sopra il suo amico Elton John che canta ai suoi funerali).

Diana, our mother: Her Life and Legacy, il documentario della HBO andato in onda lo scorso 24 luglio in Inghilterra e fortemente voluto dai principi William ed Harry, che per la prima volta hanno parlato pubblicamente della morte della madre, sarà trasmesso su Canale 5 in seconda serata il 31 agosto e poi sarà disponibile su Infinity dal 1° settembre 2017 col titolo Diana, nostra madre: la sua vita e l’eredità.

Giovedì 31, invece, saranno alcuni film a ricordare la principessa: su Canale 5 alle 21.10 andrà in onda Diana, La storia segreta di Lady D, interpretata da Naomi Watts, e su Sky Cinema Cult alle 22.45, invece, The Queen di Stephen Frears con Helen Mirren.

Su Rai Uno, invece, andrà in onda alle 21.10 Lady D – Vita e morte di una principessa, prima tv del documentario che ripercorre la sua vita col commento della biografa Sarah Bradford.

Il ricordo a Venaria Reale e a Portofino

Si chiama Lady Diana. Uno spirito libero la mostra che la Venaria Reale di Torino ospita fino al 18 gennaio 2018. Prodotta e organizzata insieme a Kornice e curata da Giulia Zandonadi e Fabrizio Modina, la mostra propone in un percorso di oltre 100 immagini la vita della principessa, dall’infanzia all’adolescenza fino alle nozze con il principe Carlo. Nelle Sale dei Paggi della Reggia di Venaria, per la prima volta sede di una mostra, rivivono i momenti salienti della sua vita attraverso anche racconti, giornali e testimonianze.

Invece, a Portofino nella stanza dei Soldati – appena riaperta al pubblico – del Castello Brown lady D è ricordata con un dipinto della pittrice Paola Grillo che – con la collaborazione dell’Amministrazione – che ricorda il suo ultimo soggiorno nel comune ligure.

 

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto