Condizionatori accesi: fino al 28% in più in bolletta, i consigli per risparmiare

Con le alte temperature estive nelle nostre case e i condizionatori sempre accesi, i consumi energetici possono salire alle stelle. E con loro la bolletta può crescere parecchio. Anche del 28%, secondo Facile.it, per una famiglia di 4 persone. Ma può andare anche peggio se il condizionatore non viene usato in maniera corretta o se l’apparecchio non è efficiente. Bastano alcuni piccoli accorgimenti per risparmiare.

I consumi

Scegliere condizionatori ad alta efficienza perché consente consumi energetici minori. Sostituendo un condizionatore di classe B con uno di classe A+ si può ridurre il costo fino al 20%. Un ulteriore incentivo al cambio del vecchio impianto sono le detrazioni fiscali: previsto un bonus tra il 50% e il 65%.

Il deumidificatore

Evitare le temperature polari con il deumidificatore: utilizzare il deumidificatore aiuta a far scendere la percezione del caldo. È bene quindi preferirlo al rinfrescamento: così i costi si possono ridurre fino al 13%.

Il ventilatore

Non eliminate il ventilatore: il gioco di squadra aiuta: usare il “moderno” condizionatore insieme al “vecchio” ventilatore va benissimo. Una volta raggiunta la temperatura desiderata, basta azionare il ventilatore per diffondere l’aria rinfrescata

Porte e finestre

Fare attenzione a chiudere porte e finestre per non disperdere il fresco e programmare la temperatura nelle ore notturne farà bene al nostro fisico e anche al nostro portafoglio, con una riduzione dei consumi fino al 10%. Inoltre vanno mantenuti in ordine i filtri dell’apparecchio ci fa risparmiare l’8%.

Attenzione alla tariffa

Infine, bisogna scegliere la tariffa energetica adeguata alle nostre esigenze. Sicuramente meglio, per chi è in regime tutelato, valutare il passaggio al mercato libero: la bolletta potrebbe scendere fino al 15%.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto