Zuzana Caputova, 45 anni, prima presidente della Slovacchia, sconfitti i sovranisti

La Slovacchia ha il suo primo presidente donna. È la bella Zuzana Caputova, 45 anni, vincitrice anche grazie alla sua omprensibilità, cordialità, affidabilità, capacità di evitare conflitti. La nuova presidente  fino a poco tempo fa poco nota all’opinione pubblica.

“Sono felice del risultato – ha detto Caputova, dopo aver ringraziato i suoi elettori – perché si vede che nella politica si può entrare con opinioni proprie e la fiducia si può conquistare anche senza linguaggio aggressivo e colpi bassi. L’onestà nella politica può essere la nostra forza”.

Vincitrice a mani basse

L’ex vicepresidente del piccolo partito non governativo “Slovacchia progressista”, è entrata in politica nel 2017 dopo la lotta durata anni contro una discarica illegale a Pezinok che l’ha messa contro gli uomini al potere e imprenditori controversi.

Nel ballottaggio, Caputova ha vinto a mani basse, con il 58% dei consensi sull’eurodeputato Maros Sefcovic, che si è fermato al 42% e ha riconosciuto la vittoria dell’avversaria. L’affluenza alle urne è stata del 41,8%.

 

Una sconfitta per i sovranisti

Liberale, progressista ed europeista, l’elezione di Zuzana Caputova ha dato una svolta importante nel gruppo di Visegrad, guidato da populisti e sovranisti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto