Battipaglia, faceva prostituire la figlia dodicenne per 5 euro: arrestata

Poveri minori in quest’epoca piena di colpe. Ecco un caso verificatosi a Battipaglia, un popoloso comune alle porte di Salerno. Una mamma faceva prostituire la figlia dodicenne: con questa accusa i carabinieri della locale compagnia hanno arrestato – su richiesta della procura della Repubblica di Salerno – una donna di 31 anni originaria e residente nel Salernitano.

Da giugno a settembre l’aveva accompagnata da un anziano cliente

Da giugno a settembre 2016, secondo l’accusa, aveva portato con sé la figlia adolescente ad appuntamenti finalizzati al compimento di atti sessuali, offrendo la ragazzina, ripetutamente, ad un anziano in cambio di modeste somme di denaro, da 5 a 15 euro.
Dalle indagini è emerso che la donna talvolta contattava telefonicamente l’uomo spacciandosi per la figlia dodicenne, camuffandone la voce e offrendosi di incontrarlo a casa di lui.

La mamma accusata anche di un altro reato

All’indagata è stato anche contestato il reato di estorsione continua nei confronti di un uomo di 47 anni con il quale aveva intrattenuto, recentemente, rapporti sessuali a pagamento.

La donna aveva minacciato l’uomo di riferire alla moglie dei loro rapporti, nonché la circostanza – non vera – che lo stesso fosse il padre naturale di una seconda figlia dell’indagata. Avrebbe confessato anche di essersi fatta consegnare dall’uomo a più riprese somme di denaro per un ammontare complessivo di circa quattromila euro. Il giudice per le indagini preliminari ha nominato un curatore speciale per la ragazzina.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto