Le terre della fantasia (ragazzi e non solo)

Esiste una letteratura niente male, con autori che vale la pena di leggere e storie ben fatte, quelle “buone” storie che restituiscono la voglia di sapere e rallentano, finalmente, il tempo.
Parliamo di letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, oggetto di attenzione e studio da parte di  molti e che – finalmente! – smuove le acque ferme del dibattito, induce a pensare e ripensare le forme della narrativa.
Ne parla – con ampiezza e scioltezza – un librone, curato da Marnie Campagnaro e intitolato “Le terre della fantasia. Leggere la letteratura per l’infanzia e l’adolescenza” (Donzelli, 316 pagine, 27 euro).

 

Le tappe di un percorso di conoscenza

Dentro ci troverete molti saggi che funzionano come tappe di un percorso di conoscenza: forme narrative, fiabe, albi illustrati, educazione sentimentale, i Classici (con la C maiuscola), i libri a scuola, la divulgazione scientifica, la letteratura nell’era digitale. Insomma, un libro che sembra un ricco buffet con diritto di assaggio o, meglio ancora, con l’opportunità di saziarsi e averne parecchia soddisfazione.

 

Un bel libro con un pregio

È un bel libro perché cerca risposte ma non ne sceglie nessuna. Detto così potrebbe sembrare un difetto e invece è il suo pregio. Già, perché l’avvio di questa poliedrica ricerca è fondato proprio sulla problematicità di definire la letteratura per l’infanzia, la narrativa che la connota, l’illustrazione che la valorizza e la amplia. A cui si aggiungono la divulgazione, il rapporto con la scuola, con i bambini a scuola, con i libri che, proprio a scuola, finiscono nelle mani dei bambini e a quali condizioni possono restarci.

 

Consigliato anche agli educatori

La chiave vera di questa serie di letture – consigliatissime a chi scrive per ragazzi ma anche agli educatori, agli insegnanti, ai librai, ai bibliotecari, ai genitori – è nel binomio tra due parole: “fantasia” e “leggere”. Al centro di questo incontro ci sono i bambini e i ragazzi. E con loro, un patrimonio di narrazioni da esplorare. Per tutti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto