Neve in arrivo a Torino, la sindaca Chiara Appendino: “La città è pronta”

La sindaca Appendino annuncia che non si preoccupa per la neve in arrivo a Torino, tra la notte di venerdì e sabato 2 dicembre. “La nostra città imbiancata è uno spettacolo suggestivo, tuttavia la neve è anche causa di disagi, che però si possono minimizzare con azioni preventive, che ovviamente stiamo attivando”.

Così – come vedete qui sopra – su Facebook Chiara Appendino, sindaca di Torino, dove le previsioni annunciato la prima neve della stagione nella notte tra venerdì e sabato.

“Tutti gli organi competenti sono già allertati e pronti ad intervenire”, assicura la prima cittadina.

La Appendino ricorda che la Polizia Municipale aggiorna in tempo reale i cittadini su bollettini meteo e l’allerta neve attraverso i canali ufficiali della Città di Torino e che regolari comunicazioni vengono date quotidianamente anche su Tg e radio locali.

“Da un punto di vista del presidio del territorio – aggiunge la prima cittadina – in caso di allerta neve aumentano anche i pattugliamenti dedicati, diurni e notturni”.

Infine, conclude la sindaca, “per ciò che riguarda la gestione materiale della neve, l’azienda competente è Amiat. Esistono 4 livelli di intervento a seconda dell’intensità del fenomeno coordinati da una cabina di regia composta da tutte le realtà coinvolte”.

 

 

L’Italia diventa più bianca

L’Italia si imbianca. I prossimi 7 giorni saranno interessati dall’arrivo di due perturbazioni che porteranno neve anche a bassa quota. La perturbazione più intensa raggiungerà l’Italia tra domani, venerdì 1° dicembre, e sabato e sarà accompagnata da aria più fredda. Sono scattate le allerte gialle in più regioni, a iniziare dall’Emilia Romagna.

Il manto bianco: dove

Secondo l’analisi degli esperti del sito IlMeteo.it, è prevista neve a Milano, Torino, Parma, Piacenza, Vercelli, Cuneo (fino a 30 centimetri), Asti. Locali nevicate o mista a pioggia anche in Liguria, possibile fin sulla costa centro-occidentale. Piogge invece continueranno a bagnare gran parte delle regioni, deboli al Centro, più moderate e localmente forti al Sud, come su Sicilia e Calabria.

Ma al Centro-Sud fino a 12 gradi

Bora via via più intensa al Nordest, Tramontana in Liguria, Maestrale e poi meridionali sul Tirreno, variabili altrove. In nuovo e ulteriore diminuzione su tutte le regioni con valori prossimi allo zero sulla pianura padana occidentale, sotto i 10-12 gradi su tutto il Centro, qualche grado in più al Sud.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto