Da venerdì intensa ondata di maltempo: sott’acqua tutto il Centro-Nord

Da venerdì 2 ottobre e per tutto il weekend gran parte delle regioni italiane si troveranno sotto i nubifragi. Una nuova e intensa perturbazione atlantica, pilotata da un vortice ciclonico attivo tra Regno Unito e Francia, farà il suo ingresso sul Mediterraneo attivando forti venti di Scirocco e Libeccio che sospingeranno fronti perturbati carichi di piogge e temporali. Il team de IlMeteo.it avverte che sin dalle prime ore di venerdì, piogge e temporali si abbatteranno con particolare intensità su tutto il Nord-Ovest con particolare attenzione alla Liguria e ai settori alpini e prealpini di Piemonte e Lombardia.

Alto rischio idrogeologico

Su queste regioni il rischio idrogeologico sarà alto. Le precipitazioni quindi si porteranno velocemente verso il Triveneto, colpendolo soprattutto nelle zone montuose e sulle alte pianure. Sul resto d’Italia continuerà ad essere soleggiato a parte qualche temporale in arrivo sulla Toscana settentrionale (massese).

Si replica sabato

Sabato 3 ottobre il copione sarà più o meno lo stesso, ma con le precipitazioni che al Nord si sposteranno verso tutto il Triveneto e l’Emilia Romagna, al Centro andranno a interessare il resto della Toscana, l’Umbria, il Lazio, la Sardegna e al Sud la Campania. Tanto sole sul resto del Meridione con un clima quasi estivo grazie ai venti meridionali. Ma non è finita qui. La giornata di domenica partirà subito con un tempo instabile sulle Alpi e sulle Prealpi e più soleggiato altrove, ma dal pomeriggio e poi la sera una nuova perturbazione riporterà le piogge e i nubifragi al Centro-Nord.

Tregua al maltempo, ma da giovedì pioggia e venti fino a 120 chilometri orari, le notizie del 29 settembre 2020

Breve parentesi al maltempo caratterizzata da un tempo più stabile, ma si tratterà della classica quiete prima della tempesta. Sul nostro Paese è attesa infatti, già a partire da giovedì 1° ottobre, una nuova intensa fase di maltempo. La depressione d’Islanda (il centro motore delle perturbazioni atlantiche) si prenderà dunque solamente una pausa.

Inizia al Nord-Ovest

Il team del sito IlMeteo.it conferma che questo periodo di stabilità avrà vita piuttosto breve, infatti già da giovedì pomeriggio-sera una nuova perturbazione, pilotata da un vortice ciclonico, comincerà a interessare il Nord-Ovest. L’intenso fronte perturbato, entrando nel Mediterraneo, attiverà forti venti dai quadranti meridionali che nella giornata di venerdì e poi sabato soffieranno impetuosi, sia di Libeccio, sia di Scirocco, con raffiche fino a 120 chilometri orari.

Più miti le ore notturne

Precipitazioni abbondanti si abbatteranno tra venerdì e sabato su gran parte del Nord, sulle regioni centrali tirreniche e sulla Sardegna. Tornerà la neve sulle Alpi, ma questa volta oltre i 1800 metri di quota. I venti meridionali favoriranno un sensibile aumento delle temperature notturne, che saliranno anche al Nord oltre i 15-17 gradi rispetto ai 4/7 di questi giorni. Attenzione poi al Sud, che entro il prossimo weekend potrebbe vivere una tardiva ondata di calore.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto