Lewis Hamilton dedica la Pole di Spa a Chadwick Boseman: “Ci ha dato tanto”

È morto a 42 anni per un cancro al colon Chadwick Boseman, attore statunitense protagonista nel 2018 di “Black Panther” della Marvel Comics.
Boseman non aveva parlato pubblicamente della sua malattia, che gli era stata diagnosticata per la prima volta nel 2016, e aveva continuato a lavorare su grandi produzioni film di Hollywood.

“È stato un onore nella sua carriera dare vita a Re T’Challa in Black Panther”, si legge in una dichiarazione pubblicata sugli account social di Boseman.

È morto a casa sua

“È morto a casa sua, con la moglie e la famiglia al suo fianco”, spiega il suo ufficio stampa.
Boseman è diventato il primo supereroe nero a ottenere un suo film indipendente nel franchise da record Marvel.

“Black Panther”, ambientato nell’immaginario regno africano di Wakanda, è stato adorato dalla critica e dal pubblico diventando la prima pellicola tratta da un fumetto ad essere nominata per il miglior film agli Oscar e incassando oltre 1 miliardo di dollari in tutto il mondo.

All’inizio della sua carriera Boseman ha interpretato le icone nere Jackie Robinson in ’42’ e James Brown in ‘Get on up’.
Recentemente è apparso in “Da 5 bloods” di Spike Lee e nel sequel di ‘Black Panther’ previsto per il 2022.

La dedica di Hamilton

La pole da primato di Spa Lewis Hamilton ha voluto dedicarla a Chadwick Boseman, l’attore celebre per aver interpretato il supereroe “Black Panther”, scomparso a 43 anni a causa di un tumore.

“Oggi è una pole importante per me, perché mi sono svegliato leggendo la notizia più triste che potessi immaginare con la scomparsa di Chadwick. Questa è stata un’annata davvero pesante per tutti noi e questa notizia mi ha colpito davvero duramente. Non è stato semplice trovare la concentrazione con questa notizia che mi pesava sul cuore – ha ammesso Hamilton alla fine della qualifiche a Spa – Ho cercato di lavorare alla perfezione anche qui, l’ho fatto per la nostra gente e per lui, per quello che ha fatto con i supereroi, mostrando a tanti giovani cosa è possibile. Lui è stata una luce brillante che non dimenticheremo mai”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto