Un fermo a Firenze per il duplice omicidio di una donna e di una trans

C’è un fermo per il duplice omicidio di ieri mattina a Firenze. Il fermato è un fiorentino di 42 anni. Si chiama Mirco Alessi ed è stato bloccato nel Senese dai carabinieri della stazione di Monticiano.

aa-alessi

Sarebbe stato lui (nella foto qui sopra) a telefonare ai carabinieri dicendo, in modo delirante, che aveva ucciso il transessuale e la giovane dominicana (entrambi nella foto in alto) ieri mattina a Firenze.

Alessi, dopo il duplice omicidio, è fuggito e ha raggiunto la sua abitazione in via Palazzuolo. Qui viveva da solo dopo la separazione dalla moglie (la coppia ha anche un figlio), si è cambiato gli abiti insanguinati, trovati poi dai carabinieri, ha preso le chiavi dell’auto, una Citroen C1 rossa, ed è fuggito chiamando i genitori e confessando l’accaduto.

 

Il trans era nato in Brasile

Il primo a cadere sotto i colpi inferti con un coltello da cucina trovato poi nell’abitazione è stato Gilberto Manoel Da Silva, 45 anni, transessuale di origini brasiliane.

Poi è stata uccisa Mariela Josefina Santos Cruz, 27 anni, di Santo Domingo, che insieme all’amica forse si era affacciata dalla loro camera sentendo le urla provenire dalla stanza vicina. Le due ragazze erano ospiti nell’appartamento dove il trans sembra si prostituisse da tempo.

Ha chiamato il 112 delirando

Mirco Alessi – dopo aver parlato con i suoi genitori che l’hanno invitato a costituirsi – avrebbe chiamato il 112 di Siena urlando frasi senza senso ma ammettendo di essere lui l’omicida. I carabinieri lo avrebbero trattenuto al telefono e localizzato tracciando appunto il suo cellulare. È stato poi fermato dai militari di Monticiano che avevano già notato l’auto dell’uomo in paese, una Citroen C1 rossa.

 

Il duplice omicidio ieri mattina a Firenze

Duplice omicidio intorno alle 7 di oggi, mercoledì 29 giugno. È accaduto a Firenze, in via Fiume, a pochi passi dalla stazione centrale di Santa Maria Novella. Una terza persona si è salvata pare lanciandosi dalla finestra di un’abitazione. Le due persone morte sono una donna e una transessuale, entrambe accoltellate.

aaaccrilievi

Si cerca un uomo

I carabinieri stanno cercando un uomo che sarebbe fuggito verso la stazione, secondo alcuni testimoni. La transessuale è stata trovata priva di vita nell’appartamento di via Fiume, la donna invece era sulle scale dello stabile ancora viva, ma è morta poco dopo l’arrivo in ospedale. Sarebbe una donna anche la persona ferita che si è buttata dalla finestra dell’appartamento per sfuggire all’omicida. Sul posto oltre ai soccorsi, il pubblico ministero della procura di Firenze, i carabinieri e la scientifica dell’Arma.

L’allarme dopo le urla

Sarebbero state le urla provenienti dall’appartamento ad allarmare i vicini che hanno chiamato il 118 e i militari. Secondo quanto si sa al momento, all’interno dell’alloggio i militari hanno trovato molto sangue, ma non “disordine”. Al loro arrivo i sanitari hanno trovato la ragazza che si era gettata dall’appartamento sul marciapiede, le sue condizioni non sarebbero gravi (non avrebbe ferite da taglio).

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto