Fino al 70% di zucchero nei cibi per bambini: Heinz a giudizio in Australia

L’Australian Competition and Consumer Commission (Accc) ha avviato un’azione legale contro il colosso alimentare Heinz davanti alla corte federale per un prodotto destinato ai bambini sotto i due anni, descritto come cibo “sano” composto quasi soltanto di frutta e verdure, ma contenente soprattutto zucchero.

aaaheinz02

Violate le leggi di protezione dei consumatori

L’Accc sostiene che Heinz ha violato le leggi di protezione dei consumatori, con affermazioni false e ingannevoli, ingannando il pubblico. Le confezioni della serie “Little Kids Shredz” sono coperte da immagini di frutta e verdure fresche e affermazioni come “99% frutta e verdure”, ma invece contengono oltre il 60% di zucchero. Le confezioni sostengono inoltre che i prodotti incoraggiano i bambini a “scoprire indipendentemente il sapore delizioso del cibo nutriente”.

aaaheinz03

“I piccoli si abituano a sapori troppo dolci”

Secondo l’Accc invece gli Shredz conseguirebbero l’effetto opposto. “Sosteniamo che lungi dall’incoraggiare i bambini a sviluppare un gusto per il cibo nutriente, che è quello che vogliono i genitori, è probabile che il bambino si abitui a una preferenza per cibi estremamente dolci”, sostiene l’istanza presentata dal presidente della Commissione, Rod Sims (nella foto sopra).

Reclamo anche dell’Obesity Policy Coalition

“Una mela contiene circa il 10% di zucchero, ma questi prodotti sono fra il 60 e il 70% zucchero”, aggiunge. L’azione legale fa seguito a un reclamo della Obesity Policy Coalition (Opb) riguardante i prodotti composti principalmente di concentrati di succhi di frutta, liquidi e in crema, che contengono molto più zucchero dei frutti interi.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto