Niente Cdm, Conte oggi riferisce al Senato, il decreto aprile slitta a maggio

Non ci sarà oggi, mercoledì 30 aprile, l’annunciato Consiglio dei ministri per varare il nuovo decreto, che quindi diventa il “decreto maggio”.

Evidentemente la messa a punto non è stata ancora perfezionata. Il premier Conte e i ministri si prendono altri giorni per decidere.

Invece oggi ci sarà un’informativa del premier Conte al Senato alle 12.30 sulla situazione dell’emergenza coronavirus. Lo hanno deciso i capigruppo di Palazzo Madama.

Approvato lo scostamento di bilancio

Con 295 voti favorevoli e 191 contrari la Camera ha approvato la risoluzione di maggioranza sul def, accettata dal governo.

La Camera ha approvato la risoluzione della maggioranza favorevole allo scostamento di Bilancio: 512 i sì, un no e nessun astenuto.  Nel corso delle dichiarazioni di voto, solo il deputato Vittorio Sgarbi, del gruppo Usei, aveva annunciato voto contrario allo scostamento di Bilancio.

Ed è in programma per giovedì 30 aprile l’informativa del premier Conte al Senato sulla situazione dell’emergenza coronavirus. Lo hanno deciso i capigruppo di Palazzo Madama.

 

La mozione delle minoranze

Le minoranze intanto vanno all’attacco, e una mozione unitaria firmata da Fi, Fdi, Lega e Noi con l’Italia chiede di “correggere tutte le storture normative emerse” con uno stop ai Dpcm, ripristinando “tutte le libertà costituzionalmente garantite” nel rispetto delle misure di sicurezza. Prosegue il confronto con le Regioni in vista dell’avvio della Fase 2.

Il ministro Boccia: ‘Le regole di Parlamento e governo per tutelare la salute vanno rispettate, ognuno deve sapere quali sono le proprie responsabilità.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto