Il segreto per una memoria lunga: fare sport con regolarità, basta una cyclette

Numerose ricerche dimostrano che lo sport praticato regolarmente aiuta a preservare la memoria nel corso degli anni ed è anche associato a un incremento delle dimensioni dell’ippocampo. Ma che effetti provoca una solo allenamento sulla memoria? La risposta arriva da un nuovo studio condotto da un team di ricercatori dell’Università del Maryland che si è concentrato sui benefici temporanei che si hanno dopo una singola sessione di attività fisica di media o forte intensità.

Lo studio

Allenarsi quando impegnati in un lavoro mnemonico stimola l’attività cerebrale, migliorando il recupero dei ricordi e delle informazioni. Per compiere lo studio, pubblicato sul Journal of the International Neuropsychological Society, i ricercatori hanno analizzato l’attività cerebrale di un campione composto da individui in salute, di età compresa tra i 55 e gli 85 anni. I partecipanti al test sono stati coinvolti in una prova mnemonica, utile per valutare i processi neurali alla base dell’attivazione della memoria semantica.

La verifica

Nello specifico, al campione è stato chiesto di ricordare ed elencare nomi di persone famose e non, mentre sottoposti a risonanza magnetica funzionale, utile per tracciare la loro attività cerebrale in 4 aree della corteccia, tra cui l’ippocampo. La valutazione è stata effettuata in due diversi momenti: in un giorno a riposo e mezz’ora dopo una sessione di allenamento sulla cyclette.

“Accesso più efficiente ai ricordi”

“Come un muscolo si adatta all’uso ripetuto, singole sessioni di esercizio possono modificare le reti neurali cognitive portando a un accesso più efficiente ai ricordi”, spiega Carson Smith, l’autore principale della ricerca. Saranno necessari ulteriori studi, magari sui giovani, per confermare l’aiuto dell’allenamento fisico nello studio.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto