Ancona: c’è la Tac più potente al mondo, esame pronto in 5 secondi

Più veloce, meno invasiva e adatta a ogni tipologia di paziente. Il dipartimento di radiologia dell’ospedale regionale di Torrette, ad Ancona, si è dotato della Tac più potente al mondo, la Somatom Force della Siemens, mai prima d’ora installata in Italia in una struttura pubblica. Questa nuova apparecchiatura porterà notevoli vantaggi. L’unica dotata di due tubi radiogeni che ruotando ad altissima velocità emettono fasci di radiazioni a energie differenti che analizzare in dettaglio in un’unica scansione tutti tessuti del corpo umano, dall’osso al grasso.

I vantaggi dell’apparecchiatura

Possono essere effettuate scansioni dell’intero torace in meno di un secondo e senza apnea, cardio tac a qualsiasi battito in soli 0,3 secondi, tac total body in meno di 5 secondi e meno di uno per i pazienti bambini. La macchina consente di diminuire in maniera consistente la dose radiogena assunta dal paziente, che generalmente è rilevante e in alcuni casi ne limita gli impieghi. Permette anche la riduzione della quantità di mezzo di contrasto somministrato, diminuendo le criticità per i pazienti con insufficienza renale o ipersensibilità alla sostanza.

Tra 3 mesi un nuovo strumento

“Una rivoluzione tecnologica, ma anche culturale e organizzativa”, afferma il vicedirettore del dipartimento, Andrea Giovagnoni (il primo da sinistra nella foto sopra). “Modificherà profondamente i modi di agire nel reparto e nell’ospedale. Oltre il 40% delle radiografie tradizionali potrà essere sostituito da Tac”. E questo sarà ancora più vero quando tra circa 3 mesi arriverà un’ulteriore apparecchiatura, la Revolution della General Electric, che verrà destinata ad uso esclusivo del pronto soccorso.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto