Rimini, tredicenne incinta sedotta e abbandonata: indagato per violenza

Un uomo di 38 anni è indagato dalla Procura della Repubblica di Rimini per violenza sessuale nei confronti di una tredicenne. L’uomo, residente nel riminese, avrebbe avuto una breve relazione consensuale con la ragazzina, poi interrotta alla notizia della gravidanza. Ma il consenso di una tredicenne non vale. Infatti, secondo la legge, il reato esiste anche in assenza di abuso sessuale se il minore ha meno di 14 anni.

La vicenda è emersa in agosto, quando la tredicenne, accompagnata dalla mamma e da altri parenti, si è recata ad una visita in ospedale. Sono stati i medici dell’Asl, scoperta la gravidanza, a fare la segnalazione alla Procura.

 

Indagata anche la mamma

L’indagine per violenza sessuale, a carico del trentottenne, al momento solo identificato, è coordinata dal pm Davide Ercolani. Ascoltati in Procura alcuni parenti della ragazza, che avrebbero confermato la relazione con l’uomo, che sarebbe stato visto frequentare spesso, anche alla presenza della mamma, la casa della famiglia. La madre sarebbe stata quindi a conoscenza della relazione della figlia. Non avendo sporto denuncia contro il seduttore della figlia minorenne, la donna potrebbe essere denunciata per concorso in violenza sessuale.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto