Vicino assassino nel Salento: 3 morti e un ferito

È morta nel corso della notte una delle due donne rimaste gravemente ferite ieri sera a tarda ora dopo che un vicino di casa, Roberto Pappadà, di 57 anni – nel corso di una lite – ha sparato, uccidendo sul colpo Franco e Andrea Marti, rispettivamente padre e figlio di 63 e 36 anni. La terza vittima è Maria Assunta Quarta, 52 anni, zia di Andrea, che era ricoverata all’ospedale Vito Fazzi di Lecce.

Invece non sono gravi le condizioni della mamma di Andrea e moglie di Franco Marti, Fernanda Quarta, ricoverata nell’ospedale di Tricase. Era stata raggiunta all’addome da colpi di arma da fuoco

Pappadá, ex operaio, al momento disoccupato, si dedicava alla cura della sorella disabile.

Tutto è nato da una lite di strada

Sul posto sono intervenuti i carabinieri. Sembra che la lite sia nata per strada, in via Tevere, dove Pappadà abita proprio di fronte l’abitazione della famiglia Marti.

Pappadà é stato visto estrarre la pistola e sparare prima contro Andrea Marti, appena arrivato con l’auto e poi contro il padre, la madre e la zia di quest’ultimo. I tre erano in casa e sono usciti per strada sentendo gli spari e venendo a loro volta raggiunti dai colpi di arma da fuoco. I rapporti tra le due famiglie erano molto tesi per ripetuti contrasti. Pappadà é stato arrestato.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto