Caldo in impennata: fino a 43 gradi da venerdì e torna la morsa dell’afa

Ecco il caldo super. Dopo svariati tentativi dell’anticiclone africano di invadere con decisione le nostre regioni, intenti mai andati a buon termine se non solo temporaneamente, ora l’ennesimo attacco dell’alta pressione sub-tropicale produrrà in suoi tanto sospirati frutti. Nei prossimi giorni assisteremo a una escalation delle temperature che voleranno fino a 38-40 gradi nelle grandi città.

Solo occasionali temporali

Il team del sito IlMeteo.it avverte che fino a domenica 2 agosto il tempo sarà prevalentemente soleggiato. Da segnalare soltanto occasionali temporali pomeridiani che potranno scoppiare sui confini alpini e le zone limitrofi ad essi. Saliranno sugli altari della cronaca le temperature che continueranno inesorabilmente a salire su tutta Italia. Fino a giovedì avremo già raggiunto i 37-38 gradi in città come Firenze, Mantova, Ferrara, Bologna e su molte zone della Sardegna, della Sicilia e della Puglia (Foggia a Taranto in primis).

Risparmiata solo la Liguria

Da venerdì il caldo aumenterà ulteriormente quando l’anticiclone africano sarà alla massima potenza. Tra venerdì 31 luglio e domenica 2 agosto Firenze toccherà i 40 gradi; Roma, Milano, Torino, Verona, Mantova, Ferrara, Perugia i 38 gradi. Le zone interne della Sardegna bolliranno con 43 gradi. Temperature oltre i 34-35 anche sul resto delle città, ad esclusione di quelle liguri, sempre sotto i 30.

Attenzione ai più deboli

Il team del sito IlMeteo.it avverte che oltre al caldo arriverà anche l’afa che si farà sentire maggiormente nelle grandi città dove il cemento regna sovrano. In queste situazioni prestare particolare attenzione alle persone più deboli (anziani, bambini e malati) evitando di uscire di casa nelle ore più calde (dalle 12 alle 18).

Caldo torrido per tutta la settimana, picchi di 40 gradi al Sud, le notizie del 27 luglio 2020

Arriva il caldo sull’Italia, con afa in Val Padana e picchi fino a 40 gradi al sud, e andrà avanti per tutta la settimana. Possibile però qualche temporale sulle Alpi. Sono le previsioni del sito 3bmeteo.com.

Da oggi agli inizi di agosto

“Dopo una prima parte di estate insolitamente fresca e piuttosto dinamica sull’Italia – spiega il meteorologo Andrea Vuolo -, a partire da lunedì – e almeno fin verso l’inizio di agosto – l’anticiclone subtropicale tornerà a rinforzarsi sul Mediterraneo, determinando un’intensa ondata di calore sulla nostra Penisola”.

Per Vuolo, “l’anticiclone nord-africano causerà un deciso aumento delle temperature soprattutto intorno a metà settimana, dove è probabile attendersi picchi di 38-40°C sulle aree del Centro-Sud e fino a 34-36°C sulla bassa Val Padana, con zero termico in risalita fin sui 4.500 metri di quota sull’arco alpino”.

Afa lungo lecoste e sulla pianura padana

Il caldo sarà acuito anche dalla sensazione di afa che tenderà via via ad aumentare soprattutto lungo le coste e sulla pianura padana, oltre che nelle grandi città, anche nelle ore notturne, dove le temperature minime faticheranno a scendere al di sotto dei 20-22°C”.

Temporali di calore su Alpi e Prealpi

“Sarà possibile la formazione di consueti temporali di calore su Alpi e Prealpi intorno a metà della settimana, anche in virtù del transito di qualche modesto fronte instabile di origine atlantica a Nord delle Alpi”, avverte Vuolo. Nei primi giorni di agosto, una perturbazione in discesa dal Centro Europa raggiungerà il Nord Italia e parte delle regioni del Centro, causando il passaggio di rovesci e temporali anche forti, insieme ad un repentino brusco calo termico, con la definitiva conclusione dell’intensa ondata di calore.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto