Massimo Giletti lascia la Rai dopo la chiusura dell’Arena, trattative con Mediaset e La7

Mentre Fabio Fazio è stato accontentato in tutto e per tutto dal Cda della Rai, con un contratto favoloso e lo spostamento su Rai1, Massimo Giletti non è stato trattato altrettanto bene. Anzi, gli è stata tolta l’Arena domenicale, il suo programma preferito, che aveva acquisito i connonati di una “tribuna del popolo”.

La conseguenza è la notizia pubblicata dal settimanale Oggi, in edicola dal 29 giugno: Massimo Giletti lascia la Rai. Il periodico racconta i dettagli della decisione choc del giornalista-conduttore, dopo la decisione dei vertici di viale Mazzini di chiudere il suo programma di successo L’Arena. E che svela anche le trattative in corso con le altre reti.

 

Ha lavorato alla Rai per 30 anni

Secondo quanto racconta il settimanale Oggi in edicola, Massimo Giletti darà l’addio alla Rai, l’azienda per cui ha lavorato per quasi trent’anni, e presto potrebbe accasarsi a Mediaset o a La7, network con i quali le trattative sarebbero già serrate.

“Depotenziarlo” in vista delle elezioni

Il settimanale racconta anche come la clamorosa chiusura de L’Arena dopo 13 anni di successi sia da ricondurre, secondo fonti interne a viale Mazzini, “a un discorso politico in vista delle prossime elezioni: il programma ha fatto inchieste contro la casta e può danneggiare alcuni partiti”.

In effetti, un conto è un Gilletti su una rete privata e una cosa ben diversa è averlo su Rai1, il canale ufficiale per eccellenza.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto