Le vie dei pellegrini: la mappa di un’estate diversa

Il più famoso è quello di Santiago, ma sono tanti i cammini dei pellegrini che turisti e fedeli ogni anno decidono di intraprendere. Per ritrovare se stessi o più semplicemente per provare una nuova esperienza di viaggio. L’Italia vanta 6.600 chilometri di cammini, religiosi ma anche culturali, naturalistici, spirituali, che attraversano il paese da Nord a Sud.

La via Francigena è quella più conosciuta, oltre 1.600 chilometri da Canterbury a Roma, ma sono tanti i cammini ricchi di suggestioni da percorrere a piedi o in bici: la via dei Romei che collegava le regioni dell’Europa orientale a Roma; la via di Francesco che porta ad Assisi sulle orme del Santo. Ora che le vacanze sono alle porte, ecco qualche consiglio per intraprendere una nuova esperienza di viaggio.

La via Francigena

È l’itinerario storico alla portata di tutti. Tanti gli itinerari e le proposte per il tratto italiano: dall’8 al 16 agosto la Porta italiana, dal San Bernardo ad Aosta, oppure dal 20 al 27 settembre il tratto della Francigena in Lunigiana, da Berceto a Sarzana (info: info@waldenviaggiapiedi.it). Alcuni tratti possono essere percorsi anche con il cane, come il pacchetto dog-friendly proposto da Sloways da San Miniato percorrendo le strade bianche del senese fino a Buonconvento. Per i più esperti delle due ruote la via Francigena può essere percorsa in 23 tappe, da 50 km circa ciascuna. Rispetto al percorso pedonale, che privilegia le strade sterrate, il percorso in bicicletta comprende numerose strade secondarie asfaltate poco trafficate ed evita il più possibile strade sterrate sconnesse. Info: info@sloways.eu.

Le strade della fede in Emilia Romagna

Sono 14 i cammini e le vie di pellegrinaggio che attraversano l’Emilia-Romagna per oltre 2.000 chilometri. Interessano un centinaio di comuni, collegando il territorio a Roma e a importanti luoghi di fede, da Padova ad Assisi, passando per alcuni siti simbolo come l’Eremo di Camaldoli e La Verna.

Oggi per il turista esperienziale ci sono la cartoguida Lungo le Antiche Vie dei Pellegrini in Emilia-Romagna ed una brochure con tutti gli eventi (un centinaio fra passeggiate, convegni, festival enogastronomici) che animeranno queste vie per tutto il 2017. Inoltre, Radio Francigena da luglio a ottobre racconterà tutti i 14 cammini dei pellegrini dell’Emilia-Romagna nel corso di speciali puntate di 20 minuti ciascuna.

I pacchetti turistici lungo i 14 cammini emiliano-romagnoli

Sono 34 i pacchetti, alcuni dei quali anche personalizzabili, che propongono escursioni giornaliere a piedi o in bici e soggiorni fino a 7 notti con o senza guida, tra natura incontaminata, luoghi di culto e borghi storici, antiche pievi.

Nell’ambito dei pacchetti sono previste escursioni con la Bisaccia del Pellegrino, il “packed lunch” con i prodotti tipici locali di qualità che il turista-viandante trova lungo il cammino prescelto realizzato in collaborazione con l’Assessorato regionale all’Agricoltura.

Il cammino della valle delle Abbazie in Abruzzo

Tra l’Adriatico e il Gran Sasso c’è un cammino della fede che si snoda lungo quattro abbazie: Santa Maria di Propezzano, San Clemente al Vomano, San Salvatore, Santa Maria di Ronzano. Il progetto La Valle delle Abbazie, coordinato dall’associazione Itaca, mette al centro questi edifici religiosi che conducono fino al Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, ai piedi del Gran Sasso in provincia di Teramo, tra i più conosciuti in Italia e in Europa. Il cammino può essere percorso a piedi, in auto o in bici.

La via Romea e il Cammino di San Benedetto

Tra le 138 proposte di viaggi a piedi la Compagnia dei Cammini suggerisce dal 13 al 19 agosto il percorso lungo la via Romea germanica nelle foreste casentinesi, in Romagna; dal 17 al 24 settembre il cammino di San Benedetto, da Subiaco a Montecassino. Info: info@cammini.eu.

I 30 anni del Cammino di Santiago

Il prossimo 30 settembre le associazioni Jacobee delle regioni francesi di Borgogna, Franca Contea e Lorena, insieme a quella dei Cammini di San Giacomo di Compostela, festeggiano il trentesimo anniversario della nomina del Cammino a Itinerario Culturale Europeo, con un incontro al Santuario di Notre-Dame de Mont-Roland, situato lungo il percorso. Il programma prevede alle ore 10.00 una camminata, con la possibilità di scelta di due percorsi (5,6 km, dislivello di 125 m; oppure 10 km, dislivello di 200 m).

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto