Addio a Niki Lauda: la tuta della Ferrari per le esequie e il casco rosso sulla bara

L’ultimo saluto a Niki Lauda, scomparso il 20 maggio, è nella sua Vienna, nella cattedrale di Santo Stefano. Sulla bara la moglie Birgit posa il casco rosso con il quale Niki, a cui è stata fatta indossare la tuta della Ferrari, ha corso e vinto 3 titoli del mondo, accanto ci sono i figli Lukas e Mathias. È un rosso intenso, è la stessa tonalità con la quale Lewis Hamilton e Sebastian Vettel i loro caschi domenica nel Gp di Monaco. Per ricordare un campione che manca a tutti. Dentro la chiesa c’è una foto che ritrae Niki sorridente con l’immancabile cappellino, anche quello rosso. Fuori sotto la pioggia una processione silenziosa di persone in coda per omaggiare una leggenda.

Esequie in forma privata

La camera ardente è stata aperta nella mattinata di oggi, mercoledì 29 maggio, e lo resta fino alle 12, poi ci sarà il funerale in forma privata nel Duomo di Vienna, onore riservato a pochissimi. La famiglia ha chiesto discrezione perciò fotografi e telecamere non saranno ammessi dentro la chiesa. Insieme ai parenti stretti e ad alcune alte cariche dello Stato, sono attesi i protagonisti della F1: Toto Wolff, capo della Mercedes, che gli ha dedicato il successo di domenica al Gp di Montecarlo. Gerhard Berger e Lewis Hamilton, Daniel Bruehl l’attore che ha impersonato Lauda nel film Rush.

Autorità e big dello sport

Alla cerimonia parteciperanno le autorità dello Stato, dal presidente Van der Bellen al cancelliere Kurz. Il mondo della Formula Uno sarà rappresentato da Bernie Ecclestone, da Lewis Hamilton, da Gerhard Berger. Prevista la partecipazione di una delegazione Ferrari. Ci saranno anche Arnold Schwarzenegger, amico personale del tre volte iridato, e Daniel Brühl, l’attore che ha impersonato Lauda nel film ‘Rush’.

È morto Niki Lauda, leggenda della Formula 1, le notizie del 21 maggio 2019

È morto a 70 anni l’ex pilota austriaco Niki Lauda, leggenda della Formula 1 tre volte campione del mondo.

La notizia è stata diffusa  dalla famiglia.

“Con profonda tristezza annunciamo che il nostro amato Niki è morto pacificamente con la sua famiglia accanto lunedì”, si legge nella nota. Lauda era ricoverato in una clinica privata in Svizzera per problemi ai reni. Otto mesi fa aveva subito un trapianto di polmone.

Risultati indimenticabili
“I suoi risultati unici come atleta e imprenditore sono e rimarranno indimenticabili, come il suo instancabile entusiasmo per l’azione, la sua schiettezza e il suo coraggio. Un modello e un punto di riferimento per tutti noi, era un marito amorevole e premuroso, un padre e nonno lontano dal pubblico, e ci mancherà”, scrivono i familiari.
Nato a Vienna il 22 febbraio del 1949, Lauda vinse tre titoli mondiali come pilota di F1 nel 1975, nel 1977 e nel 1984 con McLaren e Ferrari. Rimase gravemente ustionato in un incidente nel 1976. È considerato uno dei migliori piloti della storia. Negli ultimi anni ha collaborato con la Mercedes vincente su tutti i circuiti della Formula 1.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto