Rinviate al 13 maggio Juve-Inter, Udinese-Fiorentina, Milan-Genoa e altre 2 partite

Cinque partite di serie A sono saltate dalla programmazione di questo weekend, a partire dalla partitissima tra Juve e Inter prevista per domani sera a Torino. Sono state rinviate al 13 maggio, infatti, Juventus-Inter e le altre partite di questo fine settimana programmate a porte chiuse per l’emergenza coronavirus si disputeranno senza pubblico.

Juve-Inter, Udinese-Fiorentina; Milan-Genoa, Parma-Spal e Sassuolo-Brescia si giocheranno quasi a fine campionato, falsando in qualche modo lo sviluppo del torneo di serie A.

 

Porte chiuse, pochi ammessi e tante restrizioni

Niente pubblico, ma anche cerimoniale di gara in forma ridotta, senza bambini all’ingresso in campo, e un numero ristretto di addetti ai lavori. La Lega serie A ha inviato alle società interessate alle partite a porte chiuse per l’emergenza coronavirus le indicazioni organizzative riguardanti lo svolgimento delle gare.

Queste le principali: non sono ammessi tifosi all’interno dello stadio; sono ammessi oltre a squadre, staff tecnici, dirigenti e ufficiali di gara, gli ispettori federali, i delegati Lega, i medici antidoping e i rappresentanti della commissione federale antidoping. Sono poi ammessi gli operatori sanitari e di pubblica sicurezza, gli steward, i vigili del fuoco secondo le indicazioni approvate dal Gos.

Quanto ai giornalisti, sono ammessi gli operatori tv e i reporter delle emittenti titolari dei diritti di trasmissione live, un fotografo e un social media manager per ciascuna società e gli operatori dell’informazione preventivamente autorizzati e comunque non superiori a 150 unità. Niente interviste in mixed zone.

 

Molto improbabile la trasmissione tv in chiaro

 

“Vista l’eccezionalità del momento, se si creassero i presupposti di intesa con la Lega Calcio, Sky potrebbe valutare di aprire una “finestra in chiaro” trasmettendo su TV8 (nostro canale gratuito) almeno la partita di domenica sera, Juventus-Inter, per consentire a tutti di vederla”.

Da una riunione di lavoro di Sky filtra – apprende l’Agenzia Ansa – la disponibilità dell’emittente sull’eventualità di affrontare l’emergenza data dal Coronavirus, e il conseguente dibattito sulle gare a porte chiuse, con una decisione che favorisca gli appassionati. Ad ‘aprire’ all’ipotesi nel meeting al quartier generale di Rogoredo, secondo quanto trapela, è stato Marzio Perrelli, capo di Sky Sport.In una situazione così unica in cui a tutti i cittadini e a tutte le imprese è richiesto di fare sacrifici, anche Sky sarebbe disponibile a fare il proprio. La nostra funzione di indubbia utilità da sempre ci guida in questa direzione” hanno aggiunto altri dirigenti presenti.

Ma con il passare delle ore diventa sempre più improbabile la trasmissione di JuveInter in chiaro,

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto