Identificato il corpo di Kobe Bryant, ancora in attesa per quello della figlia tredicenne

Gli esperti forensi hanno identificato ufficialmente il corpo del giocatore di basket Kobe Bryant, tra i 9 recuperati dai detriti dell’elicottero che si è schiantato tre giorni fa su una collina vicino Los Angeles. L’ex star Nba, 41 anni, è stata identificata dalle sue impronte digitali.

Le altre vittime

Identificati anche due uomini e una donna: sono John Altobelli, 56 anni – allenatore di baseball morto nell’incidente con sua moglie Keri e la loro figlia Alyssa -, il pilota di elicotteri Ara Zobayan, 50 anni, e Sarah Chester, 45 anni. Gli inquirenti stanno ancora lavorando per identificare i 5 morti rimasti, tra cui la figlia di Kobe Bryant, Gianna, 13 anni, che era in elicottero con suo padre.

Kobe Bryant morto con la figlia tredicenne: 9 vittime, mistero sulla dinamica, le notizie del 27 gennaio 2020

Il sito americano Tmz, noto per diversi “colpi giornalistici”, tra cui la morte di Michael Jackson, ha annunciato la morte del grande cestista Usa Kobe Bryant in un incidente con l’elicottero, un Sikorsky S-76. Si tratta di una notizia che, se confermata, priverebbe il basket Usa di uno dei suoi principali protagonisti.

Sconosciuti i fatti

Ancora non si conosce la dinamica del tragico incidente. Con Kobe sono morte altre 8 persone. Secondo i media Usa a bordo c’era anche la figlia tredicenne Gianna. Kove aveva giocato anche in Italia da giovanissimo, al seguito del padre anche lui giocatore di basket.

Assente la moglie

A bordo non era presente Vanessa Bryant, moglie dell’ex cestista. Il network Espn ha fatto riferimento alla presenza di un’altra giocatrice (o di un giocatore), senza chiarire l’età, e di un genitore. Si tratterebbe di una compagna di squadra di Gianna Maria e dei genitori: il papà, in particolare, era un coach di baseball.

 

L’intervento dei vigili del fuoco e dei soccorritori, sul luogo dell’incidente, non è servito a salvare nessuna delle vittime. La polizia della Contea di Los Angeles ha inizialmente fatto riferimento a 5 persone decedute. “Non ci sono superstiti”, si legge in un tweet relativo al disastro avvenuto nell’area di Calabasas. “Evitare la zona fino a ulteriori indicazioni”. In una successiva conferenza stampa, lo sceriffo della contea di Los Angeles ha dichiarato che le vittime sono 9.

Il testimone: “Uno schianto nella nebbia”

La notizie inizialmente diffusa da Tmz.com è stata via via confermata anche da altri media e in particolare dal Los Angeles Times, che cita fonti di polizia e fa riferimento ad un incidente avvenuto verso le 10 del mattino. Lo schianto dell’elicottero è stato seguito da un incendio che ha complicato notevolmente le operazioni dei soccorritori.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto