Bonus nido, al via le domande: fino a 1.500 euro per chi ha meno di 3 anni

È iniziato lunedì 28 gennaio il periodo per fare domanda e ottenere il bonus nido. Come si legge sul sito dell’Inps, è infatti attivo il servizio online chiedere il bonus asilo nido per il 2019. Quest’anno l’importo del bonus potrà arrivare anche a 1.500 euro l’anno, contro i 1.000 degli anni precedenti.

Chi può richiederlo

Possono fare domanda i genitori di bambini nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016 per contribuire al pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati autorizzati (cosiddetto contributo asilo nido) e in favore dei bambini di età inferiore a tre anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido in quanto affetti da gravi patologie croniche, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari.

I requisiti

Ecco i requisiti per ottenere il bonus; cittadinanza ue; permesso di soggiorno ue per soggiornanti di lungo periodo; carte di soggiorno per familiari extracomunitari di cittadini dell’Unione europea; carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza dell’Unione europea; status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria; residenza in Italia; relativamente al contributo asilo nido, il richiedente è il genitore che sostiene l’onere del pagamento della retta; relativamente al contributo per forme di assistenza domiciliare, il richiedente deve coabitare con il figlio e avere dimora abituale nello stesso comune.

Come fare domanda

Nella domanda, si legge sul sito dell’Inps, andrà allegata la documentazione comprovante il pagamento almeno della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il beneficio oppure, nel caso di asili nido pubblici che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione. Per i bambini di età inferiore ai tre anni impossibilitati a frequentare gli asili nido, per la presentazione della domanda, il richiedente dovrà allegare l’attestazione, rilasciata dal pediatra di libera scelta, che attesti l’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, a causa di una grave patologia cronica.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto