Dolce & Gabbana: famiglie gay su magliette e borse, scoppia la polemica sui social

La questione Family day riporta Dolce & Gabbana a rivedere le loro posizioni in tema di unioni civili e adozioni. La coppia (della moda) lo fa sull’account Instagram di Stefano Dolce presentando una collezione di magliette e borse che inneggiano a una famiglia diversa da quella tradizionale sotto l’hashtag #dgfamily.

aaaborsegay

Lo scorso anno la polemica con Elton John

Due mamme e due papà con relativa prole o pargoli con caratteristiche diverse da quelle dei genitori, insomma, per gettarsi nel dibattito più acceso del momento e lanciare il business in temi come quello della maternità surrogata o della fecondazione eterologa. Ma non a tutti è piaciuta la mossa di Dolce & Gabbana, già protagonisti di posizioni contro le adozioni da parte dei gay quando avevano attaccato la rockstar britannica Elton John che aveva avuto 2 figli in provetta dal compagno. Erano seguite scuse ufficiali.

Gli utenti: “Furbastri scaltri”

Stavolta, a prenderla male, sono stati gli utenti del social fotografico, che li hanno definiti “furbastri”, “incoerenti scaltri” accusandoli di aver “utilizzato un tema importante per farvi pubblicità”. Inoltre “anche le polemiche fanno business” provocando la “delusione più totale”. Stefano Dolce ha risposto a diversi commenti, compresi quelli poco lusinghieri, ma non sembra aver convinto gli lo segue. Tanto che c’è chi insiste: “Cosa significa questa borsa dopo tutto il casino che avete tirato su mesi fa magari? Spiegaci così capiamo anche noi”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto