Peggiora il tempo: aumenta il freddo e si affaccia la neve sulle pianure

Nel corso del weekend, il temporaneo innalzamento verso la Scandinavia dell’anticiclone permetterà l’arrivo di aria gelida direttamente dal Polo Nord. Aria che punterà principalmente a raffreddare tutti i versanti orientali, ma non solo.

Inizia sul Centro

Il team del sito IlMeteo.it avverte che dalla mattinata di oggi, sabato 28, l’aria fredda farà peggiorare il tempo su Marche, Abruzzo e Molise con l’arrivo di temporali e locali grandinate. Sabato la Tramontana e il Grecale impetuosi porteranno rovesci e temporali a carattere sparso su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata e Sicilia. La neve potrà scendere fin verso la collina e nelle precipitazioni più forti potrà comparire anche su pianura e coste. Sul resto delle regioni il sole dominerà la scena, salvo nebbie diffuse e fitte in Pianura Padana.

Domenica

Domenica, continuerà l’afflusso di aria fredda dai quadranti settentrionali. Il tempo sarà ancora molto instabile sui versanti adriatici centro-meridionali e sul resto del Sud, ancora con rovesci e locali temporali di neve possibili fino in pianura, o in bassa collina. Situazione invariata altrove.

Gli abbassamenti

Il meteorologi comunicano che le temperature subiranno un importante abbassamento, soprattutto al Centro-Sud con valori che andranno sotto la media di 5-6 gradi. I valori termici al Nord si manterranno molto bassi di notte con estese gelate, qualche grado sopra lo zero di giorno. Al Centro-Sud di giorno non si supereranno i 6-8 gradi mentre di notte si scenderà fino a qualche grado sopra lo zero.

Capodanno polare: dalla Russia attesa una corrente d’aria gelida sull’Italia, le notizie del 26 dicembre 2019

Si avvicina la fine del 2019 e per il giorno di Capodanno potrebbe verificarsi un colpo di scena dal Polo Nord. Dopo il passaggio di un campo di alta pressione su buona parte dell’Italia, con prevalenza di sole e temperature miti, per l’ultimo dell’anno “si notano alcune manovre (risalita di aria relativamente calda fin verso la Scandinavia) che potrebbero dare il via a una serie di conseguenze a cascata” tra cui, fanno sapere gli esperti del sito IlMeteo.it, “un’irruzione di aria gelida che dalla Russia (aria polare) si riverserebbe inizialmente sull’Europa orientale, con conseguenze anche sull’Italia”.

Scarso rischio di precipitazioni

“Le probabilità che il vero freddo possa arrivare sulla nostra Penisola sono a ora di circa il 50%”, aggiungono, ma “al momento non sono da escludere sorprese e veri colpi di scena con episodi nevosi fino a quote molto basse, specie sulla Romagna e sulle Regioni del Centro (in particolare sul versante Adriatico)”. Al Nord, “si avvertirebbe invece soprattutto un gran freddo, ma con basso rischio di precipitazioni”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto