Legambiente e Acea: “In 6 anni doppiata la dispersione dell’acqua di Roma”

Ora si chiede lo stato d’emergenza per l’approvvigionamento idrico dei romani. L’ultima richiesta al governo è di Virginia Raggi, sindaca della Capitale. Negli ultimi 6 anni la dispersione idrica è in netto peggioramento a Roma e Frosinone, entrambe gestite da Acea.

Le perdite d’acqua nella Capitale

A Roma sono quasi raddoppiate le perdite, dal 27% al 44,4%.

Ancora peggio va a Frosinone dove il liquido perduto passa dal 39% al 75,4%. È quanto emerge dal rapporto “Acquedotti Colabrodo” di Legambiente Lazio. Raccogliendo i numeri delle ultime 6 edizioni di Ecosistema Urbano dal 2011 al 2016, rende noto l’associazione ambientalista, si delinea un quadro di “peggioramento repentino e costante”.

Un peggioramento costante

“Se la dispersione idrica a Roma era al 27% nel 2011 – afferma Legambiente – arriva al 44,4% con un costante peggioramento anno dopo anno.

Ancora peggio a Frosinone

Va ancora peggio a Frosinone, gestita da AceaAto5 da 5 anni, che passa dal 39% nel 2011 addirittura 75,4% del 2016.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto