Montreal: Roberta Vinci perde in 2 set con la Kasatkina, arrivederci a Rio

Roberta Vinci passa gli ottavi di finale del torneo di Montreal battendo per 2-6, 6-3, 6-4 una Camila Giorgi che ieri ha giocato molto bene.

L’esperienza e la classe di Roberta hanno alla fine avuto la meglio, come doveva accadere tra la numero 8 della classifica mondiale Wta e la numero 77.

a-daria

Oggi la Vinci gioca il terzo turno contro la russa Daria Kasatkina (nella foto qui sopra) minorenne terribile, visto che non è ancora ventenne – è del 1997 – numero 33 del ranking mondiale, che ha eliminato per 7-6, 6-3 l’australiana Samantha Stosur, numero 18 Wta e testa di serie numero 13.

Appuntamento alle 18,30 su Supertennis.tv (anche streaming).

a-robertam

Un solo precedente tra la Vinci e la diciannovenne di Togliatty, favorevole all’azzurra che si è imposta in tre set tirati al secondo turno di Doha lo scorso febbraio. Roberta – ora che si è liberata del doppio – appare in crescendo di forma. Si spera possa andare avanti, visto che – dopo il ritiro di ieri della Errani e la sconfitta della Giorgi – è l’ultima italiana a Montreal.

La Vinci inizia bene, ma poi perde l primo set per 7-5 e il seocnod, ancora più nettamente, per 6-3. Le italiane viste in Canada non sono in grado di affrontare bene le Olimpiadi, ma mancano ancora dieci giorni e tutto può accadere. Speriamo in meglio. Per ora tra Montreal (donne) e Toronto (uomini) non c’è più un solo tennista italiano in gara.

a-fabiofo

La sconfitta di Fognini

Fabio Fognini invece finisce ko a Toronto contro l’americano Donaldson in tre set: 2-6, 6-3, 3-6 e Fabio deve arrendersi, dopo aver sprecato tutto lo sprecabile. Non sempre è vero che la Pennetta lo allena bene.

a-camila

Camila vince bene il primo set

Camila Giorgi conquista nettamente il primo set nella sfida tra azzurre al torneo di Montreal.Camila ha sbagliato molto meno del solito e ha messo a segno una serie di colpi vincenti, togliendo più volte il servizio a Roberta.

Il primo set finisce 6-2 per la ventiquattrenne marchigiana, che in questo torneo ha mostrato finora notevoli progressi rispetto alla sua nota discontinuità.

 

Il secondo set in mano a Roberta

È una Vin ci diversa quella che scende in campo per il seocndo set. E soprattutto è una Giorgi diversa, che cala la concentrazione. Roberta dopo i primi game è avanti 4-0. Camila rimonta, ma non abbastanza. Il set si chiide sul 6-3 per la Vinci e le due decideranno la qualificazione al terzo set.

Sfida tra italiane al secondo turno

Sfida tra italiane al secondo turno del femminile del torneo di Montreal. Di fronte Roberta Vinci e Camila Giorgi (alle 18,30, diretta Supertennis tv, anche streaming).

Il ritiro di Sara Errani per “mal di collo”

La partita è iniziata, mentre arrivava una notizia inattesa: Sara Errani si è ritirata dal torneo di singolo femminile. La motivazione è un “male al collo”, ma si era visto già ieri che Sara era in condizioni scadenti. Ne approfitta quella che doveva essere la sua avversaria: la ceca Karolina Pliskova, numero 17 Wta e testa di serie numero 14, che approda al etrzo turno senza giocare.

Camila Giorgi affronta Roberta Vinci

Camila Giorgi (nella foto sopra) ha superato il primo turno della “Rogers Cup”, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 2.714.413 dollari in corso sui campi in cemento di Montreal, in Canada. La tennista di Macerata, numero 77 del ranking mondiale, passata attraverso le qualificazioni, ha confermato che – quando le gira bene – non teme nessuno. Ha battuto, infatti, Sloane Stephens (Usa), numero 23 Wta, in due tie break: 7-6, 7-6 dopo due ore e 10 minuti. Oggi ci sarà un derby azzurro. ovrebbe andare avanti la Vinci, ma quando c’è Camila di mezzo può succedere tutto.

 

 

La sconfitta delle Cichis

Sara Errani, dopo aver vinto a fatica nel pomeriggio il singolare femminile contro la canadese Alessandra Wozniack, è costretta a tornare in campo – dopo poche ore – nel doppio per il nuovo “esordio” con Roberta Vinci.

E non è dei migliori il ritorno in campo delle Chichis contro le slovene Andreja Klepac e Katarina Srebotnik. Le azzurre perdono per 1-6 il primo set, vincono 7-6 (4) il seocndo e infine perdono il super tie-break per 12-10, dopo aver sciupato un match point sul 10-9.

Ora Sara e Roberta non avranno più nessun esprimento di doppio fino alle Olimpiadi. C’è da sperare che la loro forma aumenti da qui all’esordio a Rio il 5 agosto.

a-fogna

Fognini avanti a Toronto

Nel torneo maschile di Toronto, parallelo a quello femminile di Montreal, buon esordio di Fabio Fognini che conferma il suo ottimo stato di forma.

a-fognauno

Senza barba e con un taglio di capelli alla “marines” (nella foto con Flavia Pennetta che se lo coccola) il ligure ha esordito vittoriosamente nella “Rogers Cup”, torneo ATP World Tour Masters 1000 dotato di un montepremi di 4.089.740 dollari in corso sui campi in cemento in Canada. Il ventinovenne tennista di Arma di Taggia, grazie al successo ad Umago risalito al numero 33 del ranking mondiale, ha eliminato con un doppio 6-4, in poco più di un’ora ed un quarto di partita, lo statunitense Steve Johnson, numero 21 della classifica Atp e quindicesima testa di serie, semifinalista a Washington la scorsa settimana, mettendo a segno il terzo successo in altrettanti scontri diretti.

a-erranigrande

La Errani vince a fatica il singolare

Sara Errani vince in due set all’esordio del singolare femminile di Montreal. Di fronte ha una giocatrice molto solida, la canadese Alessandra Wozniack, una vita segnata da unpalla capricciosa.

Alla fine di un match molto combattuto, vince la Errani con un 6-5, 7-6 che non dice tutta la difficoltà di questa partita.

Si spera che la forma della Errani, se vuol ben figurare alle Olimpiadi, cresca. Stasera, infatti, si è visto ben poco della giocarice brillante di un tempo.

Al secondo turno match impegnativo per la Errani: troverà la ceca Karolina Pliskova, numero 17 Wta e testa di serie numero 14: 1-1 è il bilancio dei precedenti con l’azzurra vittoriosa a Sydney nel 2013 e ventiquattrenne di Louny avanti a Dhuhai lo scorso anno.

a-erraniuno

La prima a scendere in campo è la Errani

Singolare femminile a Montreal: la prima a scendere in campo sul campo centrale è Sara Errani contro la padrona di casa Aleksandra Wozniack, che oggi è la numero 472 della classifica Wta ma che è stata vicina alle prime 20 e poi ha dovuto fermarsi per più di un anno per probleami alla spalla.

Sara ottiene il break subito nel primo game e si porta avanti 1-0, ma nel secondo arriva la pioggia e sul 30 pare la giudice-arbitro decide di sospendere per il rischio di pericolosi scivoloni.

Dopo poco si torna in campo e lacanese fa un break a sua volt: 1 a 1 nel primo set. Il set va avanti in maniera alterna, dura 53 minuti con due interruzioni, la Errani non è brillante ma si aggiusica dieci punti in più della canadese. Finisce 6-4 per Sara.

 

Ieri giornata dominata dalla pioggia

La pioggia a scrosci che si è abbattuta ieri su Montreal ha impedito il ritorno sulle scene del doppio della coppia italiana Errani-Vinci. Dovrebbero giocarsela con le slovene Andreja Klepac e Katarina Srebotnik intorno alle 21 (diretta anche streaming su Supertennis).

 


Oggi Sara in campo prima nel singolare

Alle 18,30 la Errani (tempo permettendo) fa il suo esordio nel singolare (diretta su SuperTennis alle 18,30). La romagnola è stata sorteggiata al primo turno contro la canadese Aleksandra Wozniack, attualmente numero 472 Wta (suo best ranking numero 21 nel giugno 2009) in gara grazie a una wild card: la ventottenne di di Montreal conduce per 2-0 nei testa a testa, entrambi datati 2009. Ma, giuardando anche alla classifica mondiale, se Sara è in forma può batterla agevolmente.

Il ritorno delle Cichis

Tutto come previsto: Sara Errani e Roberta Vinci giocheranno insieme alle Olimpiadi di Rio. Il torneo di tennis inizierà fra poche settimane, il prossimo 5 agosto.

a-chichis

Dopo un anno e mezzo, le Cichis tornano a giocare insieme.Sara e Roberta sono in tabellone alla “Rogers Cup”, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 2.714.413 dollari in corso sui campi in cemento di Montreal, in Canada: esordiranno alle 20 (ora italiana) contro le slovene Andreja Klepac e Katarina Srebotnik. La diretta televisiva su Supertennis.tv (anche streaming).

L’ultima partita un anno e mezzo fa

L’ultimo match giocato nel circuito dalle “Cichis” era stato il terzo turno degli Australian Open 2015, sconfitte dalle tedesche Julia Goerges ed Anna-Lena Groenefeld.

L’ultima partita ufficiale il doppio nella sfida di primo turno di Fed Cup dello stesso anno contro la Francia a Genova (battute da Caroline Garcia e Kristina Mladenovic). Errani e Vinci sono la coppia più vincente della storia del tennis azzurro.

Ma dal 2012 al 2014 hanno conquistato la vittoria in 5 tornei

Nell’arco di tre anni, da Melbourne 2012 al 2014, hanno conquistato 5 titoli (Roland Garros e US Open nel 2012, Australian Open 2013 e 2014 e Wimbledon 2014) completando il “Career Grand Slam” (sesta coppia nella storia a centrarlo, la quarta nell’era open) e giocato altre 3 finali (Australian Open 2012 e Roland Garros 2013 e 2014). In totale hanno vinto 22 titoli in coppia, l’ultimo ad Auckland a gennaio 2015.

Ora tornano insieme sperando in una medagli a Rio. Da notare che, dopo la separazione, Roberta Vinci ha conquistato diversi trionfi, entrano nelle top ten della classifica Wta, mentre Sara Errani è andata di male in peggio, eppure si dice che era stata lei a voler scioglere la coppia, anche perché era piazzata meglio nella classifica mondiale. È l’occasione per rimettersi in pista?

 

Montreal: tre italiane nel singolare

Ma le italiane partecipano anche al torneo di singolare.

Camila Giorgi (nella foto qui sopra) fa il suo esordio stasera nel main draw della “Rogers Cup”, torneo Wta Premier dotato di un montepremi di 2.714.413 dollari in corso sui campi in cemento di Montreal, in Canada. La tennista di Macerata, 24 anni, numero 77 del ranking mondiale, ha vinto due match nelle qualificazioni, affronta (diretta tv su Supertennis in tarda serata, terzo match dalle ore 18,30 italiane) la statunitense Sloane Stephens, numero 23 Wta.

Un’avversaria temibile per Camila

Detto che la Giorgi è capace di vincere (e di erdere) qualunque partita, c’è da registrare che la ventitreenne di Plantation, in Florida, ha vinto in due set l’unico precedente, disputato al secondo turno di Cincinnati nel 2012.

Anche Errani e Vinci nel singolare

Nel tabellone ci sono altre due azzurre: Roberta Vinci e Sara Errani. La tarantina, 33 anni, numero 8 della classifica mondiale e settima testa di serie (“bye” all’esordio come tutte le prime otto del seeding), debutterà direttamente al secondo turno proprio contro la vincente della sfida fra la Stephens e la Giorgi. La romagnola, 29 anni, è stata invece sorteggiata al primo turno contro la canadese Aleksandra Wozniack, attualmente numero 472 Wta (suo best ranking numero 21 nel giugno 2009) in gara grazie a una wild card. Ma la tennista canadese, ventottenne, nonostante le cifre, conduce per 2-0 nei testa a testa, entrambi datati 2009.

 

Errani-Vinci tornano insieme in doppio per le Olimpiadi? Sara apre: “Non lo escludo”, le notizie dell’8 maggio 2016

Si ricomporrà, per le Olimpiadi di Rio, il mitico doppio delle “chichis”, formato da Sara Errani e Roberta Vinci? Nelle conferenza stampa in occasione degli Internazionali di Roma Sara Errani, che era stata ka protagonista dell’inattesa rottura, non lo esclude. Oltretutto, da quando si sono separate, la Vinci ha ottenuto risultati in singolare molto migliori di quelli della Errani, mentre nessuna delle due ha trovato una “coppia stabile” nel doppio.

aaaaaadoppie

La novità espressa da Sara Errani
E questa è una novità: “Io con la Vinci a Rio? Non lo so, nessuno lo sa… Vedremo. Nell’ultima partita di Fed Cup eravamo a disposizione“: le frittate sono difficilissime da ricomporre ma il doppio italiano, capace dal 2012 al 2014 di conquistare tutti i tornei del Grande Slam  – due volte gli Australian Open, nel 2013 e nel 2014, e due volte il Roland Garros (nella foto in apertura una delle vittorie), nel 2012 e nel 2014 – sarebbe un bel colpo per portare il tennis azzurro (anzi rosa) in Pole position per una medaglia olimpica.
C’è da scommettere che il presidente del Coni, Malagò, appassionatissimo di tennis si sta dando da fare.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto