La Isinbayeva in lacrime saluta gli atleti russi: “A Rio fatevi valere anche per me”

“Gareggiate in modo da far tremare il mondo e che l’inno nazionale russo suoni ininterrottamente alle competizioni di Rio”: con queste parole, emozionata al punto da non trattenere le lacrime, la campionessa mondiale di salto con l’asta e due volte medaglia d’oro alle Olimpiadi Yelena Isinbayeva si è rivolta agli atleti connazionali alla cerimonia di saluto della squadra olimpica in partenza per Rio de Janeiro.

a-asta

Esclusa senza essere positiva ai test anti-doping

La Iaaf ha escluso dai Giochi i russi dell’atletica leggera, quindi anche la Isinbayeva (mai risultata positiva, in nessun test antidoping), per lo scandalo del cosiddetto doping di Stato.

“Oggi noi abbiamo affrontato l’iniquità, l’ingiustizia delle persone che fanno ciò che vogliono”, ha dichiarato ancora la Isinbayeva al Cremlino, alla presenza di Vladimir Putin, aggiungendo poi che gli atleti russi “sono stati trattati male e senza che fosse data loro una chance di difendersi”.

Yelena – da sempre molto “patriottica” – si è quindi rivolta allo stesso Putin: “Noi crediamo veramente molto in lei, la amiamo molto, grazie per il sostegno”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto