Oggi l’addio a Paolo Limiti: alle 14.45 si celebrano i funerali a Milano

Si svolgeranno alle 14.45 di oggi, mercoledì 28 giugno, i funerali di Paolo Limiti, morto ieri a 77 anni nella sua casa di via Cagliero, a Milano. La cerimonia si terrà nel capoluogo lombardo, nella chiesa di Santa Maria Goretti, in via Melchiorre Gioia n. 193, alle 14.45. Raffinato cinefilo, il paroliere e conduttore televisivo aveva donato alla Cineteca milanese quasi tremila monografie, una notevole quantità di film e collezioni complete di rare riviste straniere.

Un anno fa la diagnosi

Meno di un anno fa, l’estate scorsa, mentre era ad Alassio, gli era stato diagnosticato il cancro. Ad annunciarlo su Twitter Nicola Carraro, marito di Mara Venier, con cui aveva condotto Domenica In nella stazione 2004-2005.

Anche Venier lo ha salutato sul suo profilo Instagram (nell’immagine sotto).

La ex moglie: “Gli voglio un bene dell’anima”

“Sembra ieri. A te che mi hai creato una carriera. Che hai creduto in me. Che mi hai amato. Love you”. Lo scrive su Instagram Justine Mattera, ex moglie di Paolo Limiti. Trentuno anno di differenza e 2 di matrimonio con il paroliere: “Mi ha inventato un lavoro. Gli voglio un bene dell’anima”. Rimasti in buoni rapporti, si lasciarono perché lui non voleva figli. Lei dal 2009 è sposata con l’imprenditore Fabrizio Cassata, da cui ha avuto due bambini, Vincent (2007) e Vivienne Rose (2009).

Al Rischiatutto con Mike Bongiorno

Autore musicale, radiofonico e televisivo (lo si ricorda nel Rischiatutto con Mike Bongiorno), si è spento a Milano e la sua fama era stata consacrata da Ci vediamo in tv, andato in onda prima su Rai2 e poi su Rai1.

Tante le collaborazioni eccellenti

C’erano stati altri programmi di successo come I migliori anni con Carlo Conti e personaggio di culto nelle sue apparizioni televisive era il cagnolino irriverente Floradora. Limiti aveva poi lavorato anche come Justine Mattera, conosciuta come la “Marilyn italiana” che poi è diventata la sua compagna. Con gli anni sono giunte le accoppiate con Pippo Baudo, Gianfranco Funari e Zuzzurro e Gaspare. Nel video sotto, il momento del 2004 quando premiò il maestro Riccardo Muti.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto