Falso olio extravergine: l’Antitrust multa Carapelli, Bertolli e Sasso

Carapelli, Deoleo (Bertolli), Sasso, Primadonna (Lidl), Coricelli, Santa Sabina e Antica Badia (Eurospin). Sono questi i marchi sanzionati dall’Antitrust per pratica commerciale scorretta. Motivo: aver venduto nei supermercati olio extravergine che in realtà non lo era. Il provvedimento si innesta sulla vicenda penale partita dalla procura di Torino e coordinata dal pubblico ministero Raffaele Guariniello, che qualche mese fa ha lasciato la toga.

aaaaolio02

L’esposto di Konsumer

L’importo delle sanzioni è di 550.000 euro per Lidl e 300.000 per Bertolli, Sasso, Carapelli e gli altri. Secondo l’Autorità garante della concorrenza e del mercato, ha ragione l’associazione di consumatori Konsumer che aveva inviato all’Antitrust un esposto lamentando da parte delle aziende citate pubblicità ingannevole.

aaaaolio03

Prosegue il fronte penale

Intanto dal 1° luglio entra in vigore la nuova norma contro l’adulterazione dell’olio di recente approvata con un decreto del ministero delle Politiche agricole pubblicato in Gazzetta ufficiale. Infine prosegue l’inchiesta avviata dopo un articolo pubblicato dal mensile Il test, nel frattempo suddivisa tra altre procure competenti per territorio. Gli accertamenti giudiziari erano entrati nel pieno con il prelievo da parte dei carabinieri dei Nas di alcuni campioni di olio poi inviati all’Agenzia delle dogane.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto