“Nessun accordo”: all’ultimo minuto salta l’intesa tra Trump e Kim Jong-un

In tanti nel mondo si attendevano la firma ufficiale e invece “Nessun accordo è stato raggiunto” al summit di Hanoi tra il presidente Donald Tump e il leader nordcoreano Kim Jong-un.

Lo riferisce la Casa Bianca, aggiungendo che le riunioni sulla denuclearizzazione continueranno in futuro.

Cancellato il pranzo ufficiale e la cerimonia della firma

Il leader nordcoreano Kim Jong-una aveva lasciato poco prima il Metropole hotel a conclusione dei colloqui con Donald Trump. Lo si vede dalle immagini delle tv internazionali che confermano la cancellazione del pranzo col tycoon e anche la cerimonia di firma della dichiarazione congiunta a chiusura del secondo summit di Hanoi.

“Abbiamo avuto un tempo molto produttivo – ha detto Trump in conferenza stampa – c’erano diverse opzioni ma questa volta abbiamo deciso che non era una buona cosa firmare una dichiarazione congiunta al summit”.

 

Nebulose spiegazioni di Trump sul fallimento del vertice

Il presidente Donald Trump cerca di spiegare l’inatteso fallimento, dicendo di aver “rifiutato la richiesta di togliere le sanzioni”. Il tycoon afferma che le “differenze sono state ridotte”, ma Kim “ha una certa visione che non coincide con la nostra”.

 

“Nessuna collusione con la Russia”

Trump si difende poi in conferenza stampa, dopo il fallimento del negoziato sul nucleare con Kim Jong-un, anche dalle accuse lanciate ieri dal suo ex legale Michael Cohen dinanzi al Congresso: “nessuna collusione con i russi”.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto