Prima dell’alba corro (e ho pure i testimoni)

Oggi vorrei ringraziare (in ordine sparso): il fornitore della pasticceria sotto casa, il fruttivendolo, una manciata di conducenti di autobus, il compagno di società Ivano, i padroni di tre cani, i tre cani, cinque runner non meglio identificati, due signore impegnate in una camminata veloce ed Elena, la figlia dei miei dirimpettai (ma a che ora vai a scuola?!).
Tutti testimoni del fatto che io, prima dell’alba, CORRO.

aaaawoman

Ebbene sì. Chi mi conosce penserà che mi sto inventando tutto, ma non è così. Io sto correndo all’alba. Anzi, prima dell’alba. Ed è una rivoluzione per me.
Capito che non ce la facevo più con i tempi ad allenarmi all’ora di pranzo, una sera ho detto a mio marito: “Domani vado a correre prima che la piccola si svegli”. E lui (che in passato l’ha fatto tante volte): “Se lo fai veramente, hai il mio massimo rispetto”. Mi sono addormentata pensando a guadagnarmi quel rispetto.

Così: sveglia puntata alle 5:30, salto giù dal letto come se fosse la cosa più naturale del mondo, mi fiondo in bagno dove trovo maglia tecnica e compagnia, preparati la sera prima per non disturbare nessuno, rapido caffè e sono in strada alle 6:10, direzione parco. In giro buio pesto e decisamente pochi gradi. Ma nemmeno me ne accorgo, sono bardata dalla testa ai piedi con tanti di quei tessuti tecnici che sulla pelle ho un clima caraibico.

Ma ci credete che mi sono davvero divertita come non mi capitava da tempo? Certo, un po’ la novità, ma secondo me c’è di più. Insomma, temevo di avere sonno e non l’ho avuto, temevo di avere paura e non l’ho avuta, temevo di essere sola e non lo ero affatto…

Sono tornata a casa carica come una molla, le endorfine stavano facendo il loro effetto.
La mia bimba ancora dormiva, mio marito preparava il caffè. Era arrivato il mio momento di gloria.
“Allora? Hai visto che sono andata a correre?”
“Sì, certo.”
“E non mi dici niente?”
“Voglio vedere quanto duri…”
Perché è bello avere accanto gente che crede in te.

Authors

Pubblicità

Articoli collegati

Commenti

Alto